Comuni nel Medioevo, riassunto

Appunto inviato da davideghione
/5

la storia dei comuni nel Medioevo. Riassunto sui comuni nel Medioevo (3 pagine formato doc)

COMUNI NEL MEDIOEVO, RIASSUNTO

I comuni nel medioevo.

Medioevo: periodo di crisi. Finisce nel 14° - 15° sec. In questo periodo c’è una trasformazione : ricomposizione per riprendere la frammentazione. Con la guerra dei 100 anni vi è la riunificazione degli stati. Come ha avuto origine? Inizia per convenzione nel  476 ( deposizione ultimo imperatore romano ) e dura per circa 1000 anni , fino al 1492 . L’avvio del Medioevo è dovuto a tre cose :
-    DISCESA DEI BARBARI ( che si stabiliscono in modo sedentario in Europa ) che fondono gli stili di vita con le popolazioni preesistenti;
-    ESPANSIONE DEL CRISTIANESIMO che diventa religione di stato e diventa più potente;
-    VIENE MENO IL SISTEMA ECONOMICO ROMANO: secondo Pirenne  il Mediterraneo diventa un “lago musulmano”. La schiavitù è ridotta ma sopravvive.
Il medioevo è diviso in tre parti:
-    ALTO MEDIOEVO dal 4° al 10° sec., spostamento dalle campagne alle città;
-    PIENO MEDIOEVO 11° - 13° sec.
-    BASSO MEDIOEVO 13° - 15° sec., caratterizzato dalla crescita demografica, ripresa dell’economia.

Le città del Medioevo, Pirenne: riassunto


STORIA I COMUNI NEL MEDIOEVO

Nel 14° sec.cala la popolazione per la PESTE.

Dell’alto Medioevo sappiamo poco perché avevano una tradizione orale. Abbiamo pochi scritti ma ci sono molte supposizioni e scavi archeologici. Riguardo alla popolazione possiamo affermare che nel 1000 c’erano 42 milioni di persone in Europa, nel 1200 61 milioni. Aumento del numero dei figli e più speranza di vita. Se c’è più popolazione ci sono più campi coltivati per trovare roba da mangiare. Concimi usati solo dai nobili. Più terre coltivate significano un’agricoltura di tipo estensivo.
La vita in campagna si diversificava: dal 5° al 7° sec. Ci fu un processo di RURALIZZAZIONE: le città si svuotarono per diversi motivi (es. barbari…). All’inizio si, praticava la pastorizia o l’agricoltura veloce, per potersi spostare frequentemente, ma ora i contadini si stabiliscono nelle campagne e diventano CONTADINI STANZIALI: lavorano per conto di un padrone.

La città medievale di Grohmann, riassunto


COME NASCONO I COMUNI NEL MEDIOEVO

La società era divisa in varie caste:
-    SERVO o PREBENDARIO: di proprietà del padrone ma poteva avere una vita famigliare e il padrone non poteva più avere il diritto di morte su di lui.
-    CASATI o MANENTI: servi della gleba: giuridicamente liberi ma vincolati alla terra da 1 lavoro  fisso.
-    UOMINI LIBERI: lavoratori di basso livello sociale. Pagamenti effettuati in denaro o in natura. Vivevano in una CURTIS (villa) che era divisa in 2 parti: pars DOMINICIA e pars MASSARICIA. La pars dominicia era il cuore della curtis, dove c’erano i magazzini e dove viveva il padrone. Dovevano prendere in prestito degli attrezzi conservati qui quelli che lavoravano nella pars massaricia, dove c’erano tanti MANSI affidati ai  CASATI  o ai MASSARI, che coltivavano le terre per poi farsi pagare dal padrone.
La curtis era basata su una forma di AUTARCHIA (essere autosufficienti), ma c’erano comunque dei collegamenti con le altre curtis; il commercio non stava morendo ma era ancora presente anche se ridotto.

I giochi medievali, tesina di storia