Guerra dei cent'anni: cause e fasi della guerra

Appunto inviato da digiacomoluca95
/5

Crisi politica, sociale e religiosa del 1300: cause, conseguenze, durata e fasi della guerra dei cent'anni (7 pagine formato )

GUERRA DEI CENT'ANNI: CAUSE E FASI DELLA GUERRA

La crisi politica, sociale e religiosa. La guerra dei Cent’anni (1337-1453). In questo periodo, oltre che dalle epidemie, l’Europa fu falcidiata anche da guerre di vasta portata.

La più importante fu “la guerra dei Cent’anni” tra Francia ed Inghilterra che si protrasse dalla metà del ‘300 alla metà del ‘400.
All’origine di questa guerra ci fu il conflitto tra i poteri feudali e il re di Francia, in quanto quest’ultimo voleva cancellare tali ordinamenti. Il sovrano, cioè, non voleva più concepire i suoi domini come un mosaico di staterelli con una propria autonomia posti sotto la sua autorità da una rete di accordi di fedeltà: egli rivendicava il proprio potere superiore senza riconoscere alcun potere autonomo.

Approfondisci: tutto sul Medioevo

CAUSE ECONOMICHE DELLA GUERRA DEI CENT'ANNI

La guerra dei cent’anni quindi va vista come un episodio fondamentale per la nascita di quella che sarà la monarchia nazionale francese.

Filippo IV il bello, già dal 1294 aveva tentato di far valere i suoi diritti su due feudi fortemente legati all’Inghilterra:
1. Il ducato altlantico di Guascogna (Guienna) divenuto dal 1152 possesso feudale del re d’Inghilterra (da qui importava la maggior parte del suo vino)
2. La contea di Fiandra, dove il conte era formalmente un vassallo del re di Francia ma i rapporti erano molto più stretti col re inglese, poiché in Fiandra arrivavano la maggior parte delle esportazioni di lana inglese

Alla morte di Filippo il Bello, succedettero uno dopo l’altro i suoi tre figli maschi che morirono tutti dopo un breve regno, lasciando solo delle figlie.
Il diritto feudale non escludeva che la corona potesse passare alle femmine, ma questo in Francia non era mai accaduto. Venne allora convocata una assemblea di giuristi, che indicarono come legittimo successore Filippo VI di Valois (nipote di Filippo il Bello in quanto figlio di suo fratello) ed escludendo il re d’Inghilterra Edoardo III, che era anche lui un nipote di Filippo il Bello perché era figlio di sua figlia Isabella. Tutto ciò ovviamente fu fatto per impedire che Edoardo III diventasse troppo potente. Quando poi, nel 1337 Filippo VI dichiarò la requisizione del ducato di Guascogna, lo scoppio della guerra fu inevitabile.

Guerra dei cent'anni: cause e durata

GUERRA DEI CENT'ANNI CAUSE

Le cause quindi furono:
1. Pretese dinastiche del re d’Inghilterra Edoardo III sul trono di Francia, in quanto era il nipote diretto di Filippo il Bello
2. Contrasti economici fra le due nazioni, che miravano entrambe al controllo del Ducato di Guascogna e della Contea di Fiandra, importanti per il vino e per la lana rispettivamente

Guerra dei cent'anni: cause e conseguenze

FASI DELLA GUERRA DEI CENT'ANNI

Fasi della guerra:
I fase: 1337 - 1360. Il primo periodo della guerra fu disastroso per la Francia che venne sconfitta a Crécy (per merito degli arcieri inglesi) ed a Poitiers. Qui lo stesso sovrano francese Giovanni II il Buono (succeduto a Filippo VI) fu fatto prigioniero dagli inglesi. La Francia fu costretta a firmare la pace nel 1360, con la quale l’Inghilterra ottenne un vasto insieme di territori francesi.
II fase: 1364 – 1380. Carlo V il Saggio, nuovo sovrano francese, capì che per battere l’Inghilterra doveva creare una flotta efficiente ed un esercito che dipendesse direttamente dal re e non soggetto ai signori feudali. Perciò egli allestì una flotta ed un esercito di soldati professionisti grazie ai quali riuscì a strappare agli inglesi quasi tutti i territori perduti tranne Calais, e Bordeaux.
III fase: 1380 – 1415. Fu questo un periodo di tregua in cui i due paesi furono agitati da una grave crisi. In Inghilterra Riccardo II Plantageneto (succeduto a Edoardo III) viene deposto ed assassinato ed al suo posto viene eletto EnricoIV della casa Lancaster. In Francia alla morte di Carlo il Saggio era successo il figlio Carlo VI che si rivelò completamente pazzo (il re folle) ed i feudatari ne approfittarono per imporre al paese la loro volontà. La nobiltà francese era divisa in Armagnacchi e Borgognoni, i primi fautori della guerra contro l’Inghilterra, i secondi, seguaci del Duca di Borgogna, signore delle Fiandre, erano invece fautori di una pace con l’Inghilterra.

Riassunto della Guerra dei cent'anni: cause

GUERRA DEI CENT'ANNI GIOVANNA D'ARCO

IV fase: 1415 – 1420. Il nuovo sovrano inglese, Enrico V, approfittò di tale divisione e con l’appoggio dei Borgognoni riprese la guerra contro la Francia che venne facilmente battuta a Azincourt e dovette firmare il trattato di Troyes. Il re d’Inghilterra assumeva anche il titolo di “re di Francia”.
Ultima fase: 1440 – 1453. La Francia sembrava definitivamente prostrata, ma il nuovo sovrano Carlo VII, con l’aiuto degli Armagnacchi, riprende le ostilità. Il nuovo esercito riesce a scacciare gli inglesi dai territori nazionali lasciando a questi il solo possedimento di Calais. La guerra contro l’Inghilterra era stata animata dall’opera di Giovanna D’arco, la modesta contadina della Lorena, che aveva incitato il suo popolo a salvare la Francia. Il martirio stesso di Giovanna D’Arco, bruciata al rogo come fattucchiera, cementò l’unione spirituale dei Francesi che ormai consideravano la guerra contro l’Inghilterra come una guerra di liberazione nazionale.