La crisi dello stato liberale e l'avvento del fascismo

Appunto inviato da kirigina
/5

Sintesi schematica sui principali avvenimenti riguardanti i movimenti fascista e antifascista (9 pagine formato doc)

Fattori del successo fascista:
Appoggio della borghesia e dei ceti medi per il suo orientamento antisocialista e nazionalista
Crisi dei sistemi politici liberali
Il tentativo dei liberali e dei cattolici di servirsi del fascismo contro i socialisti,per poi assorbirlo nel partito liberale.
Fragilità del movimento socialista,continuamente frammentato al suo interno.

L'ideologia iniziale del movimento dei fasci di combattimento, fondato da Mussolini:
-Repubblicano ---> in seguito per ingraziarsi il re e i suoi sostenitori abbandona questo punto
-Anticlericale  ---> fa lo stesso nei confronti della Chiesa,con cui stringe addirittura i patti Lateranensi
-Antidemocratico
-Antisocialista

Nel 1920 iniziano le spedizioni delle squadre d'azione, la milizia del movimento (in questo periodo in tutta europa i movimenti di estrema destra avevano dei mini eserciti ai loro comandi).
Si indirizzano contro esponenti del movimento socialista,iniziando con i braccianti.
Furono proprio gli agrari a chiedere l'intervento squadrista contro i loro dipendenti,che avevano da poco ottenuto aumenti e terre.

La violenza squadrista era, involontariamente, già un primo mezzo di propaganda, perchè esercitava sui giovani che non avevano potuto combattere la guerra, una forte attrazione.

.