Il declino della polis

Appunto inviato da ceciliabarabaschi
/5

Appunto sulla polis. (4 pagine formato doc)

Il mondo greco in frantumi.

Con la “Guerra del Peloponneso” finì l’era di splendore della civiltà greca provocando gravi problemi sia civili che culturali.
Con la vittoria di Sparta era fallito il tentativo ateniese di unificare tutte le città-stato in un unico stato e la Grecia era ritornata  una miriade di piccole e grandi città sempre in conflitto tra loro.

LA POLIS DALLE ORIGINI AL SUO DECLINO (Clicca qui >>)


Questa divisione tra le varie città espose però la Grecia a gravi pericoli di attacchi infatti era minacciata:
- a est dai Persiani
- a nord dalla Macedonia
- ad ovest da Cartaginesi che nel 406 a.
C., approfittando della lotta tra Atene e Sparta, cercarono di conquistare l’intera Sicilia distruggendo molte città greche tra le quali Agrigento.
Anche Siracusa fu assediata ma grazie alla determinazione del suo “tiranno” si salvò ma la supremazia greca in Sicilia tramontò per sempre.

LA FINE DELLA CIVILTA' DELLA POLIS (Clicca qui >>)


In questa situazione di crisi generale si affermò un nuovo senso dell’individualità e una nuova cultura che separava la figura del politico da quella del filosofo:
il politico sarà un uomo d’azione
il filosofo un uomo distaccato dalla realtà e più intellettuale.

LA POLIS E L'OLIGARCHIA SPARTANA (Clicca qui >>)


Il più grande filosofo dell’epoca, Platone, distaccatosi dalla politica propose un nuovo modello di città: la città dei filosofi.