L'EUROPA E IL MONDO AGLI INIZI DEL NOVECENTO

Appunto inviato da 88giuliano88
/5

Ricco riassunto su tutto ciò che riguarda l'europa e tutto il mondo agli inizi nel Novecento. decollo industriale italiano, giovanni giolitti... (4 pagine formato doc)

All’aprirsi del nuovo secolo l’Europa, o almeno la sua parte centro-occidentale, era nel pieno della belle époque, dell’”epoca bella”, come gli ultimi decenni dell’Ottocento e i primi anni del Novecento, sino alla grande guerra.
Erano gli anni del trionfo di una società borghese ricca e dinamica con la possibilità di progresso grazie all’industria e all’incessante innovazione scientifico-tecnologica. Capitale di quest’Europa in pieno sviluppo era Parigi, la ville lumiere, con i suoi boulevard illuminati elettricamente e i cinematografi. La società europea di inizio Novecento era in realtà attraversata da tensioni fortissime: era ricca ma alimentata da forti disuguaglianze economiche e sociali: era in prevalenza liberale, ma in realtà dominata da un’elite industriale e finanziaria concentrata in senso monopolistico e decisa a far valere a ogni costo i propri interessi; mostrava una fiducia incrollabile nel razionalismo e nella scienza, ma vedeva crescere al suo interno ideologie irrazionalistiche, quali il nazionalismo e il razzismo.
In quasi tutti i paesi ad eccezione della Russia, il tardo Ottocento aveva portato a un grande sviluppo della partecipazione popolare alla vita politica: il diritto di voto, sia pure solo maschile era riconosciuto a inizio secolo