Federico Barbarossa e i comuni: riassunto

Appunto inviato da bellasabry Voto 5

Federico Barbarossa e i comuni: riassunto sull'epoca dei Comuni (2 pagine formato doc)

FEDERICO BARBAROSSA E I COMUNI: RIASSUNTO

Federico Barbarossa e i comuni. La situazione dei comuni nella secconda metà del XII sec. I comuni nascono intorno alla fine del XI secolo, e sono riusciti a svilupparsi senza problemi per due motivi principali: La dinastia imperiale non era influente e non si occupava dell'evoluzione dei comuni In Germania si stavano affermando due importanti schieramenti politici: i guelfi e i ghibellini.
FAZIONI GUELFI GHIBELLINI ORIGINE: Sostenitori dei duchi di Baviera Sostenitori dei duchi di Svevia IDEE POLITICHE Favorevoli ad un'alleanza con il Papato Difendevano le prerogative dell'impero contro il Papato I comuni erano ormai diventati dei piccoli Stati indipendenti: avevano una propria moneta, una propria autonomia, e soprattutto avevano la gestione interna dei tributi.

Federico Barbarossa: riassunto


FEDERICO BARBAROSSA: RIASSUNTO SCUOLA MEDIA

Tra la lotta delle due fazioni, ne uscì una nuova figura imperiale, Federico I di Svevia, chiamato Federico Barbarossa, imparentato con le due dinastie.Egli aveva come obiettivo principale il ripristino dell'autorità imperiale, alla quale dovevano sottostare i nobili e i Comuni. PERCHE? Barbarossa si rendeva conto che il concetto di gestione interna dei tributi da parte dei Comuni, era uno sconveniente, in quanto i soldi che doveva ricevere lo Stato, venivano invece incassati dai Comuni stessi. COME? Scende in Italia e assume il titolo d'imperatore, concesso anche dal Papa. Convoca a Roncaglia la prima dieta (assemblea, parlamento germanico) alla fine della quale: riconferma i suoi poteri ottiene, però, disapprovazioni da parte dei Comuni Decide di scendere in Italia la seconda volta, armato di esercito, convocando una seconda dieta, alla fine della quale: si riappropria delle regalie (diritti del sovrano) stabilisce che in ogni città si insedi un governatore imperiale nega l'esistenza dei Comuni, e di conseguenza la CONIURATIO abbatte le mura e deporta gli abitanti dei Comuni per qualche decennio, per sottolineare l'inesistenza di queste entità.

Federico Barbarossa: riassunto della vita


FEDERICO BARBAROSSA E GUERRA CONTRO COMUNI: COME REAGISCONO I COMUNI?

Milano e Crema insorgono per prime, ma vengono immediatamente rase al suolo dalle truppe armate di Federico Barbarossa Di conseguenza 22 città dell'Italia settentrionale si uniscono per formare la Lega Lombarda. LA LEGA LOMBARDA La lega lombarda è un'associazione di 22 comuni dell'Italia settentrionale, che hanno lo scopo comune di combattere la supremazia dell'imperatore.Nasce con un giuramento, celebrato a Pontida nel 1167, durante il quale si istituisce anche una nuova città: Alessandria. Perché è importante? Gli ideali forti e coinvolgenti che la caratterizzavano, consentirono ai Comuni di vincere la battaglia di Legnano contro l'Imperatore. Accettarono un trattato di pace, la pace di Costanza, secondo la quale apparentemente era l'imperatore a concedere l'autonomia ai Comuni, ma in realtà erano i Comuni ad avere il potere.