La crisi del III secolo: riassunto

Appunto inviato da viviana98226
/5

Riassunto degli avvenimenti più importanti dalla fine dell'Impero romano all'alto medioevo (4 pagine formato doc)

CRISI DEL III SECOLO: RIASSUNTO

Dai Severi alla crisi del III secolo.
Sul finire del II secolo l’impero inizia a manifestare i primi segni di crisi:
-    Incursioni dei Germani
-    Carico fiscale
-    Epidemia di peste (che decima la popolazione)
-    Mutamento degli equilibri politici
-    Nuove lotte per il potere (prevale la potenza militare → vi furono 50 imperatori provenienti dall’anarchia militare con eserciti che, attraverso il loro potere, controllavano la politica ed eleggevano gli imperatori. Gli non avevano fiducia nei loro comandanti, per questo ne eleggevano sempre di nuovi)
Con il principato di Caracalla (211 - 217 d.C.) si ha crudeltà e assolutismo.
Si crea la Costituzione Antoniniana che prevede l’estensione della cittadinanza a chi nasce dentro i confini romani. Questa legge venne creata per:
-    Motivi economici →   facendo pagare tasse di successione a tutti i cittadini romani
-    Diffondere la romanizzazione dell’impero →   coloro che vivevano nell’impero diffondevano la lingua e la cultura romana
-    La fine del primato degli Italici
Dopo la morte di Caracalla avvenuta nel 217 vi furono lotte civili dalle quali emersero due personaggi: Eliogabalo e Alessandro Severo che faceva parte dell’anarchia militare (fino alla sua morte del 235). A lui si susseguirono molti imperatori eletti principalmente dai ranghi militari.
 

LA CRISI DEL III SECOLO, STORIA ROMANA

Crisi del III secolo
-    Minacce dai confini
-    Indebolimento dell’agricoltura →   poiché gli uomini venivano arruolati dall’esercito non vi era nessuno che potesse coltivare
-    Crisi monetaria →   dovuta alla caduta dei commerci
-    Inasprimento fiscale →   dovuto alle numerose campagne militari
-    Calo demografico →   a causa di carestie e malattie mortali come la peste
-    Nuove persecuzioni →   che miravano alle basi dell’impero
Con il principato di Diocleziano (284 – 305) si istituisce la tetrarchia (293), la quale divide l’impero in 4 parti con a capo un imperatore ciascuna e cioè due Augusti: Diocleziano (a oriente) e Massimiano (a occidente) e due Cesari: Costanzo (a occidente) e Galerio (a oriente).
 

Crisi del III secolo: riassunto delle cause e conseguenze

LA CRISI DELL'IMPERO ROMANO, RIASSUNTO

Nel 395 Teodosio divide l’impero in: Impero d’oriente (bizantino con capitale prima Costantinopoli e poi Bisanzio) affidandolo ad Alladio (fine nel 1453 a causa degli ottomani) e l’Impero d’occidente guidato da Onorio (opera importante a Ravenna Galla Placidia). La fine dell’Impero d’occidente vi fu nel 476 per mano di Odoacre, re degli Eruli. Tappe:
-    L’Impero d’Occidente è più in crisi perché le provviste e tutti i beni fondamentali sono nell’Impero d’Oriente
-    Nel 402 Onorio sposta la capitale da Milano a Ravenna
-    Nel 408 muore Stilicane, un abilissimo generale romano, e per questo motivo ci sono molte incursioni barbariche continue
-    Nel 410 i Visigoti radono al suolo e saccheggiano Roma
-    Nel 452 gli Unni, guidati da Attila saccheggiano Milano
-    Nel 455 i Vandali saccheggiano Roma
-    Nel 476 gli Eruli guidati da Odoacre scacciano l’imperatore Romolo Augustolo e inizia convenzionalmente il Medioevo (476 -1492).
 

CRISI DEL 3 SECOLO: CAUSE E CONSEGUENZE

Medioevo. Il Medioevo viene definita come un’età di mezzo fra l’Età Antica e il Rinascimento. Questa definizione è stata data dai rinascimentali, la consideravano un’età brutta poiché priva di cultura. Il Medioevo si divide in alto (che va dal 476 al 1000 circa) e basso (che va dal 1000 al 1492 circa).
Alto Medioevo
Si ha:
1.    Formazione degli Imperi Romano – Barbarici
2.    Ruralizzazione dell’economia (in campagna) e della società (società curtense)
3.    Ascesa del papato e della Chiesa
4.    Involuzione della cultura
5.    Feudalesimo
Formazione degli Imperi romano-barbarici. Sono regni che si formano nell’ex impero romano (soprattutto in Italia) e che sono caratterizzati dalla convivenza dei barbari con i romani.