Francia del re sole: riassunto

Appunto inviato da jessica87b
/5

Francia del re sole: riassunto sulla centralizzazione del potere, la riorganizzazione dell'esercito e il progetto espansionistico, la politica fiscale ed economica, la politica culturale e religiosa e la fine del regno di Luigi XIV (2 pagine formato doc)

FRANCIA DEL RE SOLE: RIASSUNTO

La Francia del Re Sole.

Luigi XIV, il re sole. Luigi XIV ereditò il trono nel 1643, ma era ancora piccolo, quindi il governo fu retto dalla madre, Anna d’Austria, e dall’abile ministro Giulio Mazzarino.Nel 1661 quando Mazzarino morì, Luigi assunse il potere. Egli era cresciuto nella convinzione che il governo del paese dovesse restare nelle mani del sovrano. Decise di governare da solo, di avere ogni responsabilità.
Aveva una gran consapevolezza del proprio ruolo, credeva nell’origine divina, infatti, scelse l’antico emblema del sole.

Re sole, Luigi XIV: riassunto


PERCHE' LUIGI XIV E' CHIAMATO RE SOLE

La centralizzazione del potere. Gli obiettivi di Luigi XIV erano:
1)    Rafforzare lo stato eliminando il potere dell’aristocrazia, dei parlamenti e della chiesa.
2)    Rafforzare il proprio potere assumendo il controllo di tutta la macchina statale
A tal fini fece un sistema di consigli, che facevano a capo a un consiglio supremo di stato costituito dal re e dai tre ministri:affari segreti,finanze e interni. La nobiltà fu esclusa da questi ruoli, infatti lui scelse  i suoi collaboratori tra la borghesia. Reintrodusse gli intendenti, cioè funzionari pubblici dipendenti della corona e ne ampliò i poteri e le competenze. Questo ceto era fedele e rappresentava il benessere economico del re. Abolì il diritto di rimostranza, cioè la facoltà di opporsi alle decisioni del re. L’opera di subordinazione della grande nobiltà fu uno dei successi del re sole, perché i tenaci della monarchia furono sottomessi. Luigi li ridusse a dei cortigiani, mantenuti da lui, ma privi di ogni potere politico. Luigi XIV riuscì a realizzare uno stato centralizzato e assoluto, identificato totalmente nella persona del sovrano, tutto era fatto in nome del re.

Luigi XIV: riassunto


LUIGI XIV RE SOLE

La politica fiscale: Le guerre assorbirono enormi quantità di denaro. La politica fiscale e economica furono affidate a Jean-Baptiste Colbert (1619-1684), che aveva la carica più importante del consiglio supremo era i controllore generale dello stato. Egli risanò il sistema fiscale e amministrativo, caratterizzato da abusi e inefficienza. Impostò la contabilità, come quella delle aziende commerciali. Eliminò gli abusi tra i funzionari pubblici.  Le entrate della corona nel l667 aumentarono considerevolmente.

Francia di Luigi XIV: riassunto


LUIGI XIV: RIASSUNTO

La politica economica: Colbert applicò una politica mercantilista, infatti il termine colbertismo è inteso come sinonimo di mercantilismo. Secondo Colbert , lo stato dipendeva dall’efficienza del sistema fiscale, che garantiva entrate adeguate e dalla capacità di proteggersi dalla concorrenza straniera. La sua politica prevede l’intervento statale a tutela della produzione interna con incentivi alle esportazioni e dazi per limitare le importazioni. I suoi provvedimenti promossero l’espansione del commercio e delle manifatture. Rinnovò le reti di comunicazioni, infatti a lui si deve il canale del mezzogiorno, che collegava il mediterraneo con l’atlantico. Inoltre realizzò un unificazione doganale, per ridurre gli ostacoli al commercio interno e rafforzo la marina mercantile e da guerra: creo nel 1664 nuove compagnie privilegiate per incoraggiare l’espansione coloniale, che sono la Compagnia delle Indie Orientali e delle Indie occidentali. Nel settore manifatturiero rese migliore la qualità della produzione imponendo norme precise sui metodi di fabbricazione.