Giulio Cesare, biografia

Appunto inviato da revenga06
/5

Riassunto breve della biografia di Giulio Cesare, console di Roma, uno dei personaggi più importanti della storia (1 pagine formato doc)

GIULIO CESARE, BIOGRAFIA

Giulio Cesare era un console di Roma che con il tempo era divenuto un uomo molto potente.

Tale potere spaventava molta gente che vedeva in Cesare la caduta della repubblica e il ritorno della Monarchia. Cassio mosso da queste preoccupazioni convinse Bruto ad organizzare una congiura contro Cesare. In seguito, si unirono a loro anche Casca, Decio, Cinna, Metello Cimbro, Trebonio e Ligario.
Tutti questi uomini temevano Cesare preoccupati che potesse diventare un dittatore.

Giulio Cesare: biografia


GIULIO CESARE, BIOGRAFIA
BREVE

Nel periodo dell’ Idi di Marzo, Cesare, dopo aver ignorato la moglie che lo aveva pregato di stare a casa, per via di cattivi presagi andò al Senato e lì dopo essere stato pugnalato dai congiurati morì. Presto raggiunse il luogo del delitto Marc’Antonio, fidato seguace di Cesare che convinse gli organizzatori della congiura a lasciargli portar via il cadavere e organizzare un funerale per l’uomo che aveva rappresentato un pericolo ma che era stato pur sempre un grand’uomo.

Giulio Cesare: riassunto della vita


GIULIO CESARE, BIOGRAFIA
BREVE RIASSUNTO

Quando il popolo prima del funerale chiese a Bruto il perché della morte di Cesare, egli rispose: “Cesare mi amò, ed io lo piango; la fortuna gli fu propizia, ed io ne sono felice; fu prode ed io gli rendo onore; ma, poiché fu ambizioso, gli ho tolto la vita”. Inizialmente il popolo credette a Bruto e ritenne giusta la morte di Cesare, ma dopo il discorso di Marc’Antonio si convinsero tutti che Cesare non fosse un uomo ambizioso, ma un grand’uomo e che i congiurati meritavano la morte. La tragedia si conclude con una battaglia a Filippi tra Marc’Antonio e Ottavio contro tutti i congiurati. Cassio, convinto che i nemici avessero preso Titinio, il suo migliore amico, ordinò al suo servo di ucciderlo con il pugnale che aveva trafitto Cesare.