La guerra parallela

Appunto inviato da marzialigiulia
/5

Riassunti della guerra parallela. L'entrata in guerra dell'Italia (2 pagine formato doc)

LA GUERRA PARALLELA:
Mussolini il 10 giugno 1940 dichiarò l’entrata in guerra contro la Francia e la Gran Bretagna.
Pochissimi giorni dopo i Tedeschi entrarono a Parigi. Il piano di guerra di Mussolini prevedeva una posizione di attesa su tutti i Fronti  tranne quello del Mediterraneo. Il primo obbiettivo, la conquista di Malta, FALLI.  Seguirono le battaglie di Punta Stilo e di Capo Teulada  con perdite da entrambe le parti. Nel novembre 1940 gli inglesi distrussero 3 delle 6 corazzate italiane nel porto di Taranto e l’anno successivo a Capo Matapan.
Nell’ottobre 1940, Mussolini attaccò la Grecia determinando un disastro che nell’aprile del 1941 indusse Hitler a intervenire conquistando rapidamente la Iugoslavia e la Grecia.


Anche la spedizione africana (richiesta da Hitler) si risolse in un insuccesso. Non andò meglio in Africa-orientale dove gli italiani scontarono l’incuranza di Mussolini e dovettero cedere la colonia agli inglesi.
l’impero fascista si era dissolto e finiva la “guerra parallela”.
Churchill, temendo che Stalin rivendicasse gran parte dei territori europei, sosteneva da tempo l’opportunità di uno sbarco anglo-americano in Grecia o in Italia. Roosevelt era convinto che fosse necessario sbarcare in Normandia. 


Gli alleati puntarono sulla Sicilia. sbarcati nel luglio 1943, risalirono lentamente la penisola. In marzo in Italia erano cominciati gli scioperi e il 25 luglio il Gran consiglio del fascismo votò una mozione di sfiducia nei confronti di Mussolini. Fu arrestato e esiliato sul Gran Sasso determinando LA CADUTA DEL FASCISMO.