Dall'impero alle monarchie nazionali

Appunto inviato da gnanii
/5

Dall'impero alle monarchie nazionali: riassunto di storia (4 pagine formato doc)

IMPERO E MONARCHIE NAZIONALI

Dall’impero alle monarchie nazionali.

Il concordato di worms, sul piano concreto, rappresentò per l’impero una grave sconfitta. Infatti i vescovi tedeschi conservarono, spesso il titolo di e le funzioni di conte, svolgendo il ruolo di rappresentanti del potere imperiale a livello periferico. Nel 1122 il sovrano non poté più contare sulla loro assoluta fedeltà, dal momento che non gli fu più possibile sceglierli ,nominarli e consacrarli.
Il primo sovrano che si mise alla ricerca di nuove strade per rafforzare l’autorità imperiale fu Federico I di Svevia, sopranominato Barbarossa dai suoi avversari.
Federico i volle ripristinare il proprio potere e nel 1158 scese in Italia a roncaglia, dove convocò una grande assemblea, nel corso della quale rivendico tutti i cosiddetti diritti del re. A roncaglia  Federico rivendicò dai comuni tutti i dritti del re tra cui: affianco dei consoli ci doveva essere un podestà eletto dall’imperatore.  Il progetto dell’imperatore si infranse nel 1176 quando il suo esercito fu sconfitto vicino a legnano dalle truppe della lega lombarda, Federico così fu costretto a concedere ampia autonomia ai comuni italiani.
Nel 1186 suo figlio Enrico sposò costanza d’alta villa una principessa normanna  che avrebbe ereditato il regno di Sicilia. L’anno seguente saladino conquisto Gerusalemme riportando sotto dominazione musulmana. Il papà così bandì una nuova crociata che però non andò a buon fine perché una delle navi che era diretta per la terra santa affondò e dentro c’era l’imperatore.

L'Europa delle monarchie nazionali: riassunto

A quel punto suo figlio Enrico 4 unì due corone quella dell’impero di Germania e quello del regno di Sicilia. Per il papa era un pericolo, perché aveva paura che potesse riprendere la polita di ottone. Enrico però morì improvvisamente lasciano così la società in un brutto periodo, e lasciò l’eredi del impera suo figlio Federico 2 di soli due anni. In questa situazione si fecero avanti tutti gli avversari di Sassonia, meglio noti come guelfi e assecondati dai ghibellini. Dalla contese uscì temporaneamente vincitore il capo dei guelfi tedeschi e ottone 4 divenne imperatore dopo aver promesso al papa che non avrebbe unito la corona imperiale con quella di Sicilia. Del resto il papa Innocenzo 3 fu dopo Gregorio VII il più convinto sostenitore della tesi dell’assoluta superiorità del papa nei confronti dell’imperatore. E così Innocenzo 3 divenne vicario di cristo. In tal modo rivendicava  per il papato un assoluta e completa  pienezza di poteri.

MONARCHIA ASSOLUTA E PARLAMENTARE

Nel 1199 un gruppo di signori francesi e tedeschi decise di organizzare una nuova crociata per la conquista di Gerusalemme , quindi si radunarono a Venezia, solo che emerse il problema del pagamento di tale servizio, i veneziani risolsero questo problema chiedendo ai crociati di riconquistare per loro la città di zara. Pertanto nel 1204 , Costantinopoli fu conquistata e saccheggiata; la conquista di Costantinopoli garantì al pontefice una temporanea supremazia sulla chiesa greca.