L'Islam e la sua espansione: riassunto

Appunto inviato da digiacomoluca95
/5

L'Islam e l'espansione araba: riassunto su Maometto, i fondamenti della nuova fede, il ruolo economico e politico dell'Islam (3 pagine formato )

L'ISLAM E LA SUA ESPANSIONE: RIASSUNTO

L’Islam e l'espansione araba.

Prima che Maometto venisse Ai margini del mondo mediterraneo orientale, vi era una grande regione semi-desertica, l’Arabia, che non era mai stata sottomessa né dai Romani, né dai Bizantini o dai Persiani.
Era un territorio immenso abitato da tribù di beduini poveri che vivevano di allevamento, di commercio con carovane e di razzie. Spinti dalla miseria si infiltrarono nelle ricche terre di Siria e Mesopotamia.
Erano politeisti, e praticavano il culto di idoli come la “pietra nera”, (Kaaba), venerata a la Mecca, che si diceva fosse stata portata in terra dall’Arcangelo Gabriele e annerita dai peccati degli uomini.
La Mecca era il principale centro commerciale della penisola araba.
I beduini erano organizzati in tribù, ciascuna delle quali governata da un emiro.  Durante i contatti con i Bizantini e i Persiani in Arabia si diffusero il Cristianesimo e l’Ebraismo.

La musica araba: riassunto


IMPERO ISLAMICO STORIA

Nella seconda metà del VI secolo, scoppiata una nuova guerra tra Bizantini e Persiani, gli Arabi sentirono l’esigenza di uno stato indipendente dalle potenze esterne e capace di sviluppare i commerci.
Maometto. Tra gli Arabi visse un carovaniere, MAOMETTO, a cui, secondo la tradizione, apparve in una visione l’Arcangelo Gabriele che gli rivelò la volontà di Dio (ALLAH). Al riparo da qualsiasi preoccupazione economica grazie al matrimonio con una ricca vedova, Maometto potè dedicarsi alla meditazione e alla predicazione. Egli si presentava come il profeta inviato da Allah non soltanto per diffondere la nuovo religione ma anche per unificare la nazione araba.
Maometto invitava ad adorare Allah come unico Dio e a fare atto di sottomissione alla sua volontà, annunciava il giudizio finale in cui gli uomini sarebbero stati giudicati per le loro azioni, predicava la generosità e l’aiuto ai poveri.

Arabi in Sicilia: tesina


ESPANSIONE ARABA: RIASSUNTO

Inizialmente non incontrò ostacoli ma, quando la sua predicazione ebbe successo, i seguaci della religione tradizionale politeista e soprattutto le caste aristocratiche e sacerdotali, colpite nei loro privilegi, lo perseguitarono e lo costrinsero alla fuga dalla Mecca verso Medina nel 622 (Egira). Questa fuga costituisce il momento in cui i musulmani contano gli anni del loro calendario. La fuga dalla Mecca favorì lo spirito di coesione dei seguaci di Allah e incentivò al tempo stesso la diffusione del messaggio.
Nel 630 Maometto e i suoi seguaci si impadronirono della Mecca e alla sua morte nel 632 la maggior parte delle tribù arabe erano state riunite e convertite alla nuova religione. I fondamenti della nuova fede