Macedonia e Alessandro Magno: riassunto

Appunto inviato da thestar9590
/5

La prima fase dell'epopea di Alessandro Magno. Riassunto della storia di Alessandro Magno e dell'Impero Macedone (2 pagine formato pdf)

MACEDONIA E ALESSANDRO MAGNO: RIASSUNTO

Nella Macedonia del V secolo il potera era in mano alle famiglie + aristocratiche che eleggievano il re che però non aveva èmolti poteri ma era + un re-condottiero ossia il guerriero + valoroso.

i acedoni pur essendo in parte di stirpe greca non erano ben visti dai greci che li consideravano semi-barbari ma lentamente però essi si aprirono al mondo greco e ne assimilarono le credenze eculture e alla fine V secolo a.c. il re Archelao fece di pella la capitale.
imacedoni però a differenza dell Grecia si basarono su una politica del tutto diversa infatti accentrarono i poteri creando uno stato unitario e tutto questo processo avvenne sotto il regno di Filippo II.

Riassunto su Alessandro Magno

I MACEDONI RIASSUNTO

Filippo II salì al trono nel 359 a.c. tre anni dopo la battaglia di mantinea e sotto la sua guida si creò uno stato potente e unitario egli inoltre fece numerose riforme tra cui la + importante è qll dell'esercita praticamente egli fornì al suo esercito della lance assai + lunghe le sarisse in modo da formare un muro di punte acuminate frontalmente nelle prime file e obliquamente nelle ultime e questa falange macedone creava scompiglio nelle file avversarie. Filippo cercava di entrare in grecia senza apparire uno straniero oppresso e l'occasione quando scoppiò un conflitto tra tebe e la focesi, egli scese in campo affianco a tebe e nel 352 a.c. vinse i focesi e intanto dilagò nella tracia e si assicurò le ricche miniere d'oro. Intanto ad atene in vista all'imminenti pericolo si formarono due partiti: uno filomacedone e uno antimacedone. il prmo riteneva utile stringere un'alleanza con i macedoni in funzione antipersiana invece a opporsi vi era il secondo partito che riteneva che se atene si fosse alleata con la Macedonia avrebbe perso la propria libertà.

La vita e le imprese di Alessandro Magno: tesina

ALESSANDRO MAGNO CONQUISTE

Inizialmente prevalse il secondo partito e atene andò in aiuto della tracia ma pooi nel 346 a.c. venne stipulata una pace. Intanto filippo aveva ancora i possedimenti della tracia e divenne anche capo deella lega beotica s'impadronì delle termopili e di delfi. nel 341 a.c. filippo assalì bisanzio e gli ateniesi preoccupati di perdere il cheroneso strinsero un'alleanza con tebe e si scontrarono a cheronea contro i macedoni dove però vennero annientati e caddero sotto il dominio macedone. Filippo divenuto sovrano della grecia decise di andare in guerra contro i persiani loro nemici da sempre ma mentre si organizzavano i preparativi filippo muore assassinato nel 336 e poche ore dopo fu Alessandro Magno che salì al trono a soli vent'anni e la sua personalità fu furoi dal comune infatti egliaveva il coraggio in battaglia la lucidità che aveva nelle sue mosse da condottiero fu eccezionale il desiderio di elevare se stesso e il proprio potere non si fermò mai e inoltre Alessandro Magno elaborò una visione originale di un impero universale che unisse in un'unica lingua e cultura paesi distanti migliaia di chilometri. 

Riassunto breve su Alessandro Magno

BREVE STORIA DELLA MACEDONIA

Alessandro Magno dimostraò fin da subito la sua determinazione facendo massacrare i pretendenti al trono che tramavano contro di lui, fece reprimere le tentazioni di ribellione da parte di alcune popolazioni della tracia e mentre era impegnato con essa si sparse la falsa voce che il re era morto per cui i tebani uccise tutti gli ufficiali della beozia e quando Alessandro Magno ne fu a conoscenza conquistò tebe e la distrusse completamente ma si dice che risparmiò solo la casa di pindaro in memoria del grande poeta.