Medioevo, l'età di mezzo: riassunto

Appunto inviato da sindysheldon
/5

il Medioevo fino alla morte di Carlo Magno. Il Medioevo, ossia l'età di mezzo tra la fine del mondo antico e l'inizio dell'età moderna. Riassunto sull'alto e basso Medioevo (4 pagine formato doc)

MEDIOEVO RIASSUNTO

Medioevo significa “età di mezzo” è un periodo di circa mille anni compreso tra la fine del mondo antico (476 caduta dell'impero d'Occidente) e l'inizio dell'età moderna! 1492 scoperta dell'America).

Si distingue in Alto medioevo (VI-XI) e Basso medioevo (XI-XV).
Epoca caratterizzata da una complessiva decadenza della civiltà e dalla presenza politica e temporale del papato. Decadenza delle arti e della lettere, crisi della vita cittadina, imbarbarimento e regresso complessivo dell'Europa. Mentre l'Europa Occidentale attraversò una lunga fase di regresso, il periodo medievale fu l'età d'oro della civiltà araba e bizantina.

Medioevo in sintesi

MEDIOEVO RIASSUNTO COMPLETO

Tra i secoli VI-VII vi fu una grave crisi demografica, causata da guerre, invasioni, carestie e pestilente, che condusse a un regresso della vita cittadina. Dalle città si passò alle campagne. Una delle cause del declino delle città è la stagnazione dei commerci e dell'artigianato, le strade non erano più curate, i ponti erano crollati e le comunicazioni erano difficili. La moneta, non garantita dall'esistenza di uno stato, era scomparsa assieme al commercio internazionale e si riaffermò il baratto, in oltre gli arabi si impadronirono di buona parte del mediterraneo rendendo l'Europa dell'Alto medioevo un'Europa senza mare, città portuali sempre distrutte e i pirati arabi in agguato. Continuò a esistere un commercio di lusso, in mano ai bizantini, destinato alle corti o all'alta aristocrazia provenienti dall'Oriente. Il declino non riguardò solo le città, vaste porzioni di terra rimasero incolte e i boschi tornarono a invadere le campagne, molte zone si impaludarono e furono abbandonate. Acquisirono così molta importanza i boschi, fonte di legname, e gli specchi d'acqua che permettevano la pesca e la caccia. Quella dell'Alto medioevo fu dunque un'economia di sussistenza in quanto i prodotti dei campi, lavorati con tecniche primitive, erano scarsi.

Alto Medioevo e Feudalesimo: riassunto

MEDIOEVO RIASSUNTO SCHEMATICO

Il nucleo di produzione fu la fattoria o curtis divisa in due parti: la pars dominica, gestita direttamente dagli uomini di fiducia del signore, che era un latifondista appartenente all'aristocrazia; e la pars massariccia costituita dai campi coltivati dai coloni (massari), detti servi della gleba. Il sistema prevedeva che i massari consegnassero il tributo annuale in natura e dovessero presentare il loro lavoro per la pars dominica. Si ristabilì il latifondo: molti piccoli proprietari chiedevano la protezione dei signori. Essi donavano ai signori la loro terra (allodio). Curtis unità produttiva e di organizzazione sociale. Scomparsa della schiavitù del mondo occidentale, grazie anche alla chiesa.

Basso Medioevo: rassunto

ALTO MEDIOEVO RIASSUNTO

Conseguenze culturali e tecniche. Nell’Alto medioevo di profilò la struttura politica fondamentale del mondo medievale: il feudalesimo. Il vincolo feudale presuppone un rapporto individuale tra una persona (il re) che concede a un’altra (il vassallo) un beneficio (un terreno – un feudo) in cambio di una serie di obblighi specialmente di natura militare.
Il feudalesimo si basa sulla struttura militare di una società guerriera tribale dove la solidarietà tra il capo e i suoi fidi e la forza principale.
Il feudalesimo iniziò a profilarsi agli inizi del VII e divenne, con Carlo Magno, la struttura portante dell’ impero franco.
Questo sistema condusse a una “morte dello stato” in quanto l’amministrazione centrale, la burocrazie e l’esercito come autorità pubblica scompaiono, sostituiti da una disorganica rete di rapporti personali di dipendenza. Infatti oltre che al feudo come benefici il sovrano delegò parte dei poteri pubblici. In mancanza del potere dello stato il sistema del vassallaggio riempì il vuoto creando molti centri di potere sul territorio.

Nascita della figura del mercante nella società medievale