I moti 1820-31: riassunto

Appunto inviato da iamnotastudent
/5

I moti rivoluzionari del 1820-1831: breve riassunto e cronologia degli eventi storici più rilevanti in Europa (2 pagine formato pdf)

I MOTI 1820-31: RIASSUNTO

I moti rivoluzionari.

La Restaurazione è il processo di ristabilimento del potere dei sovrani assoluti in Europa, ossia dell'Ancien régime, in seguito alla sconfitta di Napoleone. Essa ha inizio nel 1814 con il Congresso di Vienna, convocato dalle grandi potenze per ridisegnare i confini europei.
Il suo obiettivo è contrastare gli ideali della Rivoluzione Francese trasmessi alla popolazione dagli eserciti napoleonici.

Tesina sui moti rivoluzionari del 1820 e 1830



MOTI RIVOLUZIONARI 1820-21: RIASSUNTO

L’opposizione alla Restaurazione in tutta Europa era guidata da società segrete; in Italia vi era la Carboneria. Queste società ponevano richieste di tipo costituzionale al governo e in alcuni paesi l’obiettivo era anche quello dell’indipendenza nazionale, l’Italia fa parte di uno di questi. Il metodo di protesta era di insurrezionale. Gli adepti di tali società erano selezionati con estrema attenzione e riserbo e dovevano seguire il linguaggio dei carbonari per mantenere la segretezza del gruppo, evitando la soppressione da parte del governo. La segretezza era però un punto a sfavore delle organizzazioni poiché bloccava la diffusione dei programmi tra la popolazione, e quindi un’eventuale adesione da parte di nuovi adepti. In Lombardia, era la rivista “Il Conciliatore” a riunire tutti gli intellettuali e imprenditori facenti parte all’opposizione alla Restaurazione.

Moti rivoluzionari: riassunto breve

 

MOTI RIVOLUZIONARI: RIASSUNTO BREVE

A quest’ambiente facevano parte anche i nobili e i borghesi lombardi che risentivano di autonomie amministrative da parte di Vienna. Furono la Carboneria e la Federazione Italiana a progettare l’indipendenza dall’Austria e la formazione di una monarchia costituzionale in collegamento coi patrioti piemontesi. Loro ulteriore obiettivo era quello di conquistare l’indipendenza dell’Italia settentrionale dichiarando guerra all’Austria.