La nascita del califfato e la cultura islamica

Appunto inviato da thestar9590
/5

Che cos'è il califfato islamico? Definizione di califfo, la nascita e la sua diffusione, e l'espansione dell'Islam (4 pagine formato pdf)

NASCITA DEL CALIFFATO

La nascita del califfato e l'espansione islamica.

Dopo la morte di Maometto l'Islam è diviso e nella lotta interna prevalgono i primi compagni del profeta e Abu Bakr è il primo califfo(successore) e dopo di lui lo diventa Omar, fondatore delle istituzioni dell'Islam, che guida i musulmani nella conquista di Vicino Oriente, Mesopotamia, Persia ed Egitto. I successivi califfi Uthman e Alì cadono vittime delle lotte interne e il califfato diventa er editario nelle mani della potente stirpe degli Omayyadi. GLI OMAYYADI: portano la capitale a Damasco e rendono il potere politico in parte autonomo da quello religioso provocando una violenta reazione degli Sciiti, contrari alla laicizzazione contro gli ortodossi sunniti. E in quest'epoca l'Islam si espande a est fino all'India e a ovest su tutto il Nord Africa fino alla Spagna.

Tutto sul Medioevo

CHI E' IL CALIFFO

GLI ABBASIDI: dal 750 si sostituiscono agli Omayyadi con i quali la civiltà islamica raggiunge il suo massimo splendore e la nuova capitale Baghdad è sede di una corte ricchissima, in cui i califfi gestiscono il potere come re orientali affiancati da un primo ministro il visir. 
IL CALIFFATO DI AL-MA'MUN: rappresentò il periodo di massima fioritura culturale in quanto l'Islam scoprì la filosofia e la scienza greca e in seguito il califfo fondò a Baghdad la casa della sapienza a cui collaborarono molti studiosi cristiani e musulmani e inoltre Al-Ma'mun promosse la realizzazione di nuovi osservatori astronomici, di scuole mediche, di ospedali e di laboratori di chimica e fisica e fra gli intellettuali musulmani che svilupparono elaborazioni scientifiche e filosofiche originali ricordiamo il filosofo spagnolo Averroè e Avicenna filosofo e medico persiano. Inoltre gli arabi importarono nuove culture in Sicilia che grazie a questa rinascita economica la Sicilia divenne una delle grandi mete dei mercanti delle Repubbliche marinare (veneziani e genovesi).

L'espansione islamica: riassunto

CALIFFATO ISLAMICO

LA FINE DELL'IMPERO ARABO: a partire dalla metà del IX secolo l'autorità del potere centrale divenne sempre più debole, si costituirono Stati autonomi fuori dal califfato la Spagna, l'Egitto e la Tunisia.

Inoltre gli arabi di Tunisia s'impossessarono della Sicilia e iniziarono a fare saccheggi e scorrerie in cui il più importante fu il saccheggio di Roma nell'846 e la battaglia di Ostia nell'849 nella quale però vennero sconfitti. Il punto debole dell'Impero abbaside era la sicurezza in quanto dall'Asia si spingevano verso i suoi confini i popoli nomadi. In poco tempo l'esercito sfuggì al controllo del califfo e passò nelle mani degli alti funzionari chiamati emiri e intanto si estesero le rivolte a carattere religioso, ma il colpo di grazia venne nel corso del XI secolo dai Turchi Selgiuchidi una popolazione originaria delle steppe dell'asia poi convertitasi all'Islam.

Storia dell'espansione islamica: riassunto