La nascita dell'URSS: riassunto

Appunto inviato da francylandia
/5

La nascita dell'URSS: riassunto dalla crisi del regine zarista all'ottobre del 1917, la rivoluzione bolscevica, il comunismo di guerra e gli anni della nuova politica economica (3 pagine formato doc)

NASCITA URSS

Dalla crisi del regine zarista all’ottobre 1917. In Russia verso il 1905 si ha una crisi politica dovuta alle divergenze tra lo zar Nicola II che vuole governare automaticamente, e il parlamento che invece vuole controllare il governo ed estendere le sue facoltà legislative e quindi queste divergenze portano più volte allo scioglimento della Duma; ma alla crisi economica si aggiunge anche la crisi sociale che inizialmente ha colpito le campagne.
Infatti con la riforma agraria del 1911 x incrementare la produzione agricola si decise di privatizzare le terre comuni naturalmente a favore dei contadini più adagiati e questo causò problemi a coloro ke persero le proprie terre e quindi non riuscivano a sostentarsi.
La situazione di crisi e tensione si espande anche nelle città dove arrivano contadini senza terre, e dove ci sono masse di operai sempre in crescita; inoltre vi sono i partiti socialisti e liberali che sperano in una riorganizzazione del governo zarista e il partito socialdemocratico che invece vuole abolire il sistema di governo zarista e naturalmente appoggiato dai contadini in crisi in quanto è promotore di una riforma agraria che distribuisca le terre ai contadini poveri, e poi i bolscevichi cioè il partito operaio socialdemocratico che si è imposto sulla minoranza(menscevica) che cerca di alimentare un insurrezione del proletariato industriale.

Rivoluzione russa e nascita dell'URSS: riassunto

NASCITA URSS RIASSUNTO

Lo zar in questo periodo invece di prendere le redini in mando e cercare soluzione per la crisi del paese decide di sciogliere il parlamento e di destituire i ministri e cosi le masse operaie nel 1917 nel mese di febbraio secondo il calendario ortodosso, scesero in piazza x protestare e i soldati chiamati ad assediare la rivolta si schierano con i rivoltosi e cosi i ceti borghesi capiscono che x evitare una rivolta popolare c’è bisogno di superare il regima zarista.; cosi il 28 febbraio Nicola II è costretto ad abdicare e il fratello rifiuta la sua successione e cosi si istaura un governo provvisorio di tendenza liberale.

Il nuovo governo riconosce la libertà di associazione e riunione, l’uguaglianza di diritti politici e civili e promette la convocazione di un’assemblea costituente, ma allo stesso tempo scucita un malcontento nella società russa xkè non attua riforme agrarie e prosegue la guerra.
Inoltre questo nuovo governo a giugno decide un offensiva militare che però si tradusse in una sconfitta cosi operai, masse della popolazione non si sentivano piu rappresentati da questo governo e decisero di unirsi ai soviet, che sono diventati ora gli organi sostitutivi a quelli del regime zarista.
In questo periodo rientra in Russia Lenin il quale è pronto a fare leva sulle classi operaie x far si che venga ad istaurarsi un governo il cui potere sia nelle mani del proletariato, ma le sue tesi non sono molte sviluppate ed intanto il potere del governo è nelle mani dei menscevichi che vengono minacciati dai bolscevichi che vengono poi messi fuori legge.

Storia della Russia: riassunto

DALLA RIVOLUZIONE RUSSA ALLA NASCITA DELL'UNIONE SOVIETICA: RIASSUNTO

Fra agosto e settembre la Russia riceve altre sconfitte dai tedeschi che pian piano marciano nel paese, ed inoltre i soldati russi marciano verso la capitale x stabilire un governo dittatoriale, cosi il capo del governo Kerenski fa appello ai soviet e legalizza i bolscevichi i quali sconfiggono l’esercito russo e cercano di portare a loro favor ei soviet di Pietrogrado(Pietroburgo).
Cosi il 25 ottobre del calendario ortodosso i bolscevichi guidano le masse operaie alla conquista del Palazzo d’Inverno, vecchia sede dello zar e ora sede del governo di Kerenski, destituiscono quest’ultimo e ricevono insieme a Lenin la fiducia dei soviet e Lenin istaura un governo del popolo non sostenuto però dai socialisti.

Rivoluzione comunista in Russia: riassunto

LA NASCITA DI URSS

La rivoluzione bolscevica. Il nuovo governo è subito appoggiato dal popolo e così inizia subito ad introdurre nuove riforme e cioè confisca le terre dei proprietari terrieri della Chiesa e quelle vecchie dello zar ch poi vengono distribuite ai contadini poveri, le banche sono nazionalizzate, i soviet controllano le imprese, viene sancita la separazione tra stato e Chiesa, viene riconosciuta la tolleranza per le minoranze etniche, religiose all’interno del paese, viene abolita la pena di morte e viene firmato l’armistizio di pace con la Germania cosicché la Russia esce dal conflitto mondiale e si forma la Repubblica Socialista Federale Russa.