Il processo di ellenizzazione

Appunto inviato da deso123
/5

Il processo di ellenizzazione avvenuto nella storia dell'antica Roma. (3 pagine formato doc)

Tra il 3 e il 4 secolo a.c., in seguito all’espansione di Roma prima nell’Italia meridionale, poi nella Grecia e in Oriente, divennero sempre più stretti i rapporti tra Roma e il mondo ellenico.

LA GRECIA IN BREVE (Clicca qui >>)


Quindi sia per motivi pratici (amministrativi e mercantili), che per la curiosità dei romani di apprendere l’arte del pensiero e gli usi della cultura greca, i romni molto presto dovettero imparare la lingua greca.
In quegli anni giunsero a Roma moltissimi Greci, composti da condottieri prigionieri, ma soprattutto da emigranti che andavano a Roma in cerca di fortuna.

ANTIELLENI E FILOELLENI (Clicca qui >>)


Essi erano per la maggior parte dei letterati e poeti greci, che spesso divennero insegnanti.
Intorno al 3 sec nacquero le prime scuole pubbliche, chiamate cosi non perché gestite dallo stato ma perché erano aperte a tutti coloro che volessero dare un compenso all’insegnante e ebbero molto successo nel ceto medio, perché il ceto alto preferiva i maestri privati. La tradizione dice che fu Spurio Carvilio, un liberto, il primo a fare una scuola pubblica. Livio Andronico invece fu il primo grammatico, ovvero il primo insegnante delle scuole superiori. Insegnava ai suoi alunni la grammatica e la letteratura greca e latina, facendoli procedere nello studio parallelo delle 2 lingue.

INFORMAZIONI GENERALI SUI GRECI (Clicca qui >>)


Livio Andronico fu il primo a inaugurare la letteratura latina perché scrisse una fabula nel 240 a.c., per la prima volta per iscritto. Queste 2 culture erano allo stesso tempo molto simili, da potersi integrare armoniosamente tra loro, e molto diverse, in modo tale che dalla loro unione potessero nascere nuovi frutti originali e di alta elevatura.