Il processo di Norimberga: riassunto

Appunto inviato da mik1593
/5

Breve riassunto del processo di Norimberga e le sue conseguenze (1 pagine formato doc)

PROCESSO DI NORIMBERGA: RIASSUNTO

Una caratteristica nuova del conflitto mondiale fu la guerra ai civili che diventeranno obiettivo militare.
Durante l Operazione Barbarossa nell’esercito tedesco ebbero grande importanza i “gruppi di assalto” che lottarono contro i nemici del Reich che erano:
- I militanti comunisti
- I civili ostili
- Gli ebrei, dei quali in questo periodo iniziò il genocidio
In Istria e nella Venezia Giulia, dalle popolazioni e dall’esercito di Tito venne attuata una “epurazione preventiva” contro l’Italia; migliaia di persone vennero gettate nelle Foibe (fosse naturali del territorio carsico).
Dopo l’armistizio i tedeschi iniziarono nel nostro Paese una sanguinosa guerra contro i civili. L’episodio delle Fosse Ardeatine è una testimonianza atroce di questa politica: l’attentato di un Gap provocò la morte di 32 tedeschi, vendicati subito dopo con l’uccisione di 335 detenuti civili.
Ci furono le stragi di Sant’Anna di Stazzema (560 vittime) e Marzabotto - Monte Sole (770 vittime).
Altro drammatico esempio di violenza contro i civili si ebbe alla fine delle guerre, in Oriente. Gli americani per vincere il Giappone sganciarono due bombe atomiche su Hiroshima e Nagasaki (6 e 8 Agosto 1945) che vennero distrutte dall’esplosione atomica.
 

Cos'è il Trattato di Norimberga

PROCESSO: CRIMINI DI GUERRA

Hitler desiderava, tramite la guerra razziale, l’affermazione della superiorità dei tedeschi ariani e lo sterminio del popolo ebreo. Gli ebrei furono dapprima privati di diritti e di libertà, poi cacciati e uccisi: iniziò così la Shoah. Con il progetto di eliminarli per sempre i tedeschi attuarono deportazioni di massi in campi di sterminio come quello di Auschwitz, dotato di camere a gas e forni crematori. Si calcola che vi siano morte 1.300.000 persone. Circa 6 milioni di ebrei persero la vita durante il regime nazista.
Migliaia di ebrei contribuirono alla Resistenza europea; la resistenza ebraica fu esemplare nella rivolta del ghetto di Varsavia del 1943. In Italia, con l’entrata in guerra furono istituiti “campi di internamento” per accogliere i cittadini ritenuti “pericolosi” tra cui molti ebrei stranieri considerati “sudditi nemici” da qualunque Stato provenissero. Il periodo dello sterminio divenne forte dopo l’occupazione nazista. Nel 1943 una retata della polizia tedesca nel ghetto di Roma portò all’arresto di numerosi ebrei che furono poi inviati ad Auschwitz. La Repubblica sociale italiana fu complice dello sterminio degli ebrei d’Italia: prima fu revocata loro la cittadinanza poi ci fu l’arresto e l’internamento.
 

PROCESSO DI NORIMBERGA: SENTENZA

Dal novembre 1945 a Norimberga vennero processati alti dirigenti nazisti per crimini contro l’umanità. Inoltre i processi riguardarono:
- Il complotto politico
- I crimini contro la pace
- I crimini di guerra
E fu riconosciuta la responsabilità individuale degli individui. Il processo di Norimberga ebbe un grande limite:
- Fu l’espressione della giustizia dei vincitori
- Nessun crimine di guerra fu attribuito agli alleati, neppure per l’uso della bomba atomica
il processo di Norimberga sancì per la prima volta, l’esigenza dell’affermazione di vita Suprema. Corte internazionale a difesa dei diritti umani.