Riassunto sull'Ascesa di Napoleone

Appunto inviato da auroralovelydoll
/5

riassunto: dal Termidoro al 18 Brumaio l'ascesa di Napoleone Bonaparte da guerriero a padrone dello Stato (1 pagine formato doc)

Riassunto sull'Ascesa di Napoleone - Con la caduta di Robespierre per la Francia iniziarono anni di grande instabilità e caos, fino all’ascesa di Napoleone Bonaparte che riuscì a chiudere la rivoluzione.
Infatti, con la morte di Robespierre la Convenzione fu guidata da un gruppo di deputati moderati che crearono la Convenzione Termidoriana, che rimase in carica fino all’ottobre del 1795. Alcuni provvedimenti che prese furono il ripristino della libertà di stampa, la reintegrazione dei girondini, la liberazione dei detenuti politici e l’abolizione dei controlli sull’economia.

Leggi anche Ascesa e caduta di Napoleone

Il nuovo potere, però, fece entrare la Francia in una sorta di contro-terrore, dove bande di giovani uccidevano i sanculotti e i giacobini creando così il Terrore Bianco con riferimento alla bandiera bianco-gigliata dei Borbone.
Riguardo alla legge, la Convenzione approvò la Costituzione il 22 agosto 1795 ispirandosi a quella del 1791: essa ripristinava il suffragio censitario e istituiva un parlamento bicamerale composto dal Consiglio dei cinquecento e il Consiglio degli anziani; il potere esecutivo era esercitato da un Direttorio.

Leggi anche Riassunto su Napoleone

Mentre l’economia francese scendeva sempre più pericolosamente, si creò la congiura degli Eguali ideata da Babeuf, soprannominato Gracco in onore dei fratelli Gracchi, riformatori di Roma. Egli sosteneva idee giacobine ed egualitarie contro il Direttorio.


Leggi anche Sintesi su Napoleone

Si concluse con la morte di Babeuf.
L’armata di Napoleone Bonaparte inviata dal Direttorio riuscì ad entrare in Italia e a costringere alla resa i piemontesi. Sconfisse gli austriaci a Lodi e proseguì verso le Legazioni Pontificie occupando Bologna, Ferrara, Modena e Reggio che, con i rappresentanti di queste quattro, fondò la Repubblica cispadana che adottò come suo vessillo il tricolore bianco, rosso e verde.