Riassunto dettagliato della Prima guerra mondiale

Appunto inviato da avyn9
/5

Riassunto dettagliato della Prima guerra mondiale: cause, attacco della Germania sul fronte orientale, Interventismo e Neutralismo italiano, primo anno di guerra sul fronte italiano, ritiro della Russia, USA in guerra e conseguenze del conflitto mondiale (3 pagine formato docx)

PRIMA GUERRA MONDIALE: CAUSE

Le vere cause dello scoppio della Prima Guerra Mondiale erano dovute ai contrasti tra gli Stati europei, sia dal punto di vista politico che economico, all’inizio del 1900:
- Inghilterra e Germania volevano ottenere il primato industriale nel mondo (rivalità a livello commerciale)
- La Germania voleva formare un grande stato unendo tutte le nazioni di lingua tedesca.

(PANGERMANESIMO)
- La Francia voleva riconquistare l’Alsazia e la Lorena (che aveva dovuto cedere alla Germania nel 1870 Sconfitta di Sedan nella guerra franco-prussiana: caduta Napoleone III) poiché queste due regioni erano ricche di ferro e carbone.
I francesi volevano quindi la rivincita (movimento revanscista, che ispira il Tratt.di Versailles)
- La Russia aveva una difficile situazione politica: ancora zar assoluto, popolo sottomesso, povero ed analfabeta, tentativi di insurrezione repressi sanguinosamente, esempio 1905 tentativo di accordo pacifico con lo zar tramite marcia verso il Palazzo d’Inverno a San Pietroburgo.
- Serbia ed Austria si contendevano i Balcani, poiché: la Serbia voleva fondare uno Stato formato dagli stati limitrofi della Penisola Balcanica abitati da popolazioni di lingua e cultura slave. (PANSLAVISMO), mentre l’Austria non voleva cederglieli perché essi gli permettevano di avere uno sbocco verso il Mediterraneo

Prima guerra mondiale in Italia: riassunto

PRIMA GUERRA MONDIALE: RIASSUNTO DETTAGLIATO

- L’Italia voleva unire al suo territorio quelle regioni di lingua italiana che erano ancora dell’Austria (terre irredente): Friuli, Trento, Trieste, Dalmazia, Fiume ed Istria. Pur facendo quindi parte dello stesso blocco (la Triplice Alleanza), Italia ed Austria erano quindi in contrasto fra di loro.
Il 28 giugno 1914, a Sarajevo (Bosnia) ci fu un attentato terroristico in cui venne ucciso, ad opera di uno studente serbo, l’erede al trono dell’Impero Austro-ungarico. Quell’attentato fu il pretesto che l’Imperatore austriaco Francesco Giuseppe usò per dichiarare guerra alla Serbia. Iniziò così la Prima guerra mondiale in cui l’impero Russo, non potendo permettere la mobilitazione di un Paese così vicino, scese in campo in aiuto della Serbia, ordinando la mobilitazione del proprio esercito. Appena l'Austria dichiarò guerra alla Serbia fu messo in moto l'automatismo delle alleanze e delle mobilitazioni: in pochi giorni ebbero luogo le dichiarazioni di guerra: fianco di Germania e Austria si schierarono Turchia e Bulgaria, il Giappone si schierò a fianco della Triplice Intesa. Soltanto l'Italia di Giolitti rimase neutra: la Triplice Alleanza era un’alleanza difensiva, e siccome Austria e Germania non erano state aggredite, ma avevano dichiarato guerra per prime, l'Italia sostenne di non avere alcun obbligo di schierarsi al loro fianco.

Prima guerra mondiale: riassunto

RIASSUNTO PRIMA GUERRA MONDIALE: CAUSE E CONSEGUENZE

In realtà, da molti anni Francia e Germania si stavano preparando a questa guerra considerata inevitabile, prevista però come una rapida e semplice campagna militare priva di ostacoli significativi. GUERRA LAMPO), in cui la Germania doveva evitare le potenti fortificazioni francesi costruite sul confine. Perciò l'esercito tedesco invase il Belgio (neutrale) per assalire le truppe francesi alle spalle. I tedeschi, dopo un mese di aspri combattimenti, giunsero a 40 km da Parigi ma, sul fiume Marna, furono bloccati e respinti alla fine di una battaglia durissima. Fallisce quindi ben presto l'illusione della guerra lampo, trasformandosi in guerra di posizione. I soldati furono costretti a vivere dentro trincee lunghe centinaia di chilometri, nella sporcizia e sotto le intemperie, su un fronte praticamente fermo.

Prima guerra mondiale: cause e primi schieramenti