Riassunto della storia dell'Egitto e di Creta

Appunto inviato da cambiago92
/5

riassunto che espone gli argomenti più significativi della civiltà egizia e cretese (1 pagine formato doc)

Riassunto della storia dell'Egitto e di Creta - L'EGITTO è percorso dal Nilo.
La parte meridionale dell'Egitto si chiama Alto Egitto, mentre la parte settentrionale si chiama Basso Egitto. Grazie al fiume Nilo è nata la più importante civiltà. Il fiume, con periodi precisi, straripava lasciando sul terreno un fertilizzante, il limo, che gli egizi usarono per fertilizzare il terreno per coltivare. L'Egitto si evolve e la sua popolazione creò delle provincie del regno egizio, chiamate NOMI. L'Egitto, che era diviso in due zone (Alto e Basso Egitto) fu unificato poco dopo il 3000 dal sovrano Narmer che diede inizio alla storia egizia. La prima capitale fu Tini e quindi il regno è chiamato Regno Tinita.


Leggi anche Appunti di storia medievale

Nella stessa epoca si sviluppano i geroglifici. La tappa successiva è l'Antico Regno, dove la capitale si spostò a Menfi dove oggi nella sua periferia, si possono ammirare le Piramidi. Il sovrano per governare aveva bisogno di amministratori, detti Visir. Ogni nomo era amministrato da un visir. La classe degli amministratori era costituita da scribi. La civiltà egizia era divisa in classi sociali: al vertice, il faraone, poi il primo ministro, i funzionari, scribi, lavoratori e gli schiavi. I faraoni erano visti come dei discesi sulla terra. La scrittura egizia, i geroglifici, venne tradotta solo grazie al ritrovo della Stele di Rosetta, trovata in una spedizione di Napoleone dal francese Bouchard.

Leggi anche Storia dell'Antico Egitto

La lingua era prima ieratica, cioè sacerdotale, poi venne semplificata, nella demotica ovvero popolare. Dopo l'Antico Regno, seguì il Medio Regno con capitale Tebe. L'Egitto era privo di materie assai utili per lo sviluppo della civiltà. I faraoni organizzarono numerose spedizioni militari per occupare dei luoghi che avessero ciò che il territorio egizio non possedeva. Gli Egizi si svilupparono nel campo astronomico, infatti crearono un calendario con indicate le piene del Nilo, nel campo matematico, scientifico e farmaceutico. Gli Egizi possedevano numerosi portafortuna, il più comune era lo scarabeo. Dopo l'invasione da parte degli Hiksos, (1640 circa), il territorio venne unificato nel Nuovo Regno con capitale Tebe. Con i faraoni, gli egizi si spinsero fino all'Asia, ma le conquiste si fermavano sempre prima della Palestina. Secondo gli Egizi, chi non credeva nella religione, meritava la morte. Amenofi IV permise l'adorazione di un solo Dio: Aton.Tutankamon riporto la capitale a Tebe (spostata da Amenofi IV a Aketaton). Morì a soli 18 anni. Il più grande faraone fu Ramsesse II che affrontò gli Ittiti senza sconfiggerli. Nel 332 a.C. Alessandro Magno dominò l'Egitto.

Leggi anche Riassunto sull'Egitto

CRETA - Creta deve il suo sviluppo alla vicinanza del Mare. Re Minosse aveva fatto costruire il Labirinto (che era un palazzo abitato da famiglie) al cui interno si dice che ci fosse un mostro: il Minotauro. Il centro di Creta era rappresentato da Cnosso e Festo dove erano presenti importanti templi. A Creta c'erano già i servizi igienici. Nelle praterie cretesi pascolavano le pecore che producendo la lana, divenne la mate