La Riforma Protestante e Martin Lutero: riassunto

Appunto inviato da sabinobellanima93
/5

I punti fondamentali della figura di Lutero e della rivoluzione innescata dalle sue 95 tesi all'interno della Chiesa. Riassunto sulla Riforma protestante e su Martin Lutero (2 pagine formato doc)

LA RIFORMA PROTESTANTE E MARTIN LUTERO: RIASSUNTO

La Riforma Protestante e Martin Lutero.

La riforma protestante è importante perché nella storia medievale e moderna, ci si occupa di un’Italia e di un’Europa occidentale caratterizzati da scismi e controversie, ma alla fin fine uniti in un’unica interpretazione del Cristianesimo, che è quella della Chiesa di Roma. Quindi, una storia cattolica con i papi che lottano contro gli imperatori, con la cattività Avignonese, ma il riferimento è sempre la dottrina cattolica che non coincide con la dottrina cattolica attuale ma è riconducibile ad essa.
Invece, quella parte dell’Europa in cui si è formata la civiltà conosciuta non aveva nessun legame con una tradizione culturale che ha come epicentro la Roma dei Papi che è cattolica. La novità del 1517 è che la parte settentrionale dell’Europa rompe con Roma e percorre una strada, un cristianesimo diverso da quello del papa di Roma.

Riforma protestante di Lutero: riassunto


MARTIN LUTERO E LA RIFORMA PROTESTANTE

Inoltre, mentre il mondo cattolico, l’Europa sud-occidentale, rimane sostanzialmente unito sotto l’autorità del pontefice, i cosiddetti protestanti, cioè coloro che contestano l’autorità del papa, si dividono in confessioni che non sono tra loro necessariamente coerenti o che si alleano in funzione anti-cattolica.
Il concetto laico di libertà individuale si affermerà in quello protestante, perché venendo meno un’autorità religiosa centrale è abbastanza ovvio che sia le comunità sia i singoli individui tenderanno ad affermare un diritto fondamentale all’autonomia, alla scelta della propria confessione religiosa che ovviamente il mondo cattolico tende a negare. Quindi si avrà il permanere di strutture autoritarie nel mondo cattolico, l’indebolirsi delle strutture politiche e della religione nel mondo protestante. Inoltre, in un mondo in cui permane l’autorità del sacerdote che legge e interpreta il testo sacro per i fedeli, l’esigenza di una conoscenza diretta del testo sacro è minore. Dunque, i paesi protestanti si alfabetizzeranno prima di quelli cattolici.

Martin Lutero e la Riforma protestante: riassunto


RIFORMA LUTERANA E CONTRORIFORMA RIASSUNTO

La chiesa di Roma è stata sempre attraversata da fenomeni di contestazione e di riforma che davano a volte luogo a movimenti religiosi, a volte a vere e proprie eresie, ovvero ribellioni contro il pontefice. Ma fino a quando la chiesa ha caratteri universalistici, anche i movimenti ereticali e i fenomeni scismatici vengono prima o poi riassorbiti. A volte durano anche decine di anni, ma alla fine la chiesa riesce sempre a inglobarli nuovamente. Poi, però, la chiesa cessa di essere una istituzione universale con l’avvento delle monarchie nazionali e il declino del papato e dell’impero, cioè un po’ alla volta l’autorità del papa di Roma si restringe fino a coincidere con l’autorità di un sovrano religioso sullo stato della chiesa, sul patrimonio di San Pietro.

Riforma protestante e Controriforma: riassunto