La rivoluzione Francese: la repubblica giacobina

Appunto inviato da kikkathebest92
/5

La convenzione e la proclamazione della repubblica. Gli schieramenti all’interno della Convenzione. La radicalizzazione del movimento sanculotto. La crisi economica e militare. La guerra civile in Vandea. La rivolta e i contadini. I prodromi della dittatura giacobina. La caduta dei girondini. La costituzione del 1793. I provvedimenti del Comitato di salute pubblica. La leva obbligatoria. Il terrore. Il termidoro e la fine di Robespierre (2 pagine formato doc)

La convenzione e la proclamazione della repubblica.

La situazione militare peggiorava sempre più.
In questa situazione, le squadre di sanculotti armati penetrarono nelle carceri per fare giustizia sommaria dei traditori, massacrando oltre un migliaio di persone. Il 21 settembre la Convenzione deliberò l'abolizione della monarchia: la Francia divenne una repubblica.

Gli schieramenti all'interno della Convenzione.

Dei deputati eletti alla Convenzione, circa la metà (cosidetta Pianura) non faceva riferimento ad alcun orientamento politico; l'altra metà rappresentava l'orientamento democratico della rivoluzione ma in essa si formarono due schieramenti:

  • ‘destra'  I girondini (con leader Brissot)
  • ‘sinistra'  La Montagna (con leader Robespierre e Danton)
Tra i due gruppo si sviluppo un conflitto sempre più aspro che si concluse con la sconfitta dei girondini. Entrambi i gruppi erano di orientamento democratico e repubblicano di estrazione borghese, alla base dello scontro vi fu il modo con cui gestire la rivoluzione nella profonda crisi che essa attraversò nel 1793.

La radicalizzazione del movimento sanculotto.

Il movimento Sanculotto divenne sempre più ultrarivoluzionario.
Le parole d'ordine erano la lotta agli accaparratori, la punizione dei traditori, il blocco dei prezzi dei cereali, il controllo del popolo sui deputati della Convenzione.