Le strutture Sociali dell'antico regime & Luigi XIV

Appunto inviato da elisapignari
/5

Clero, nobiltà e terzo stato; l'assolutismo di Luigi XIV (6 pagine formato doc)

Le strutture sociali dell'Antico regime Le strutture sociali dell'Antico regime IL concetto di Antico regime : Nel periodo 1650-1670 vennero stabilizzandosi le gerarchie sociali,i sistemi di valori, i modelli istituzionali che erano maturati nel corso della prima rtà moderna.Per indicare il modello di società dominante in Europa viene utilizzata l' Espressione Antico Regime.
La società :ordini e privilegi Le gerarchie sociali non erano definite dalla ricchezza e dalla posizione economica,quanto dal prestigio,dalla dignità e dalle prerogative riconosciuti ai diversi gruppi sociali. L'Antico regime non era una società di classi ma di ordini(concetto di tipo giuridico);l'appartenenza ad un ordine garantiva all'individuo particolari privilegi,per es quelli di non pagare determinate imposte etc..La struttura per ordini organizzava anche le forme della rappresentanza politica ,giacché ciascun ordine dava vita a istituzioni icaricate di rappresentarne gli interessi presso il monarca,che incarnava il potere centrale.
Il modello fondamentale prevedeva 3 ordini : la nobiltà,il clero e il 3 stato che riuniva borghesi e contadini;il prestigio e il privilegio si concentravano nei primi 2 ordini. Il privilegio caratterizzava tutta la società dell'Antico regime:anche città,province,regioni,categorie professionali potevano godere di privilegi,però non vigeva il principio dell'uguaglianza giuridica. Comunità e individui : La società dell'A.r era fondata sulla comunità;l'individuo erariconosciuto non in quanto tale,ma in quanto membro di un'ordine.Il concetto di libertà era allora un attributo dell'ordine o delle diverse comunità ,ciascuna delle quali godeva di determinate libertà garantite da carte ,statuti,consuetudini.Una prima conseguenza di questo assetto sociale era l'estrema complessità del sistema giuridico;vi era una pluralità di giurisdizioni,cioè fonti del diritto e istanze di esercizo della giustizia. Gerarchie e staticità sociale : Nell' A.r l'appartenenza ad un ordine tendeva a tramandarsi nelle generazioni e la nascita definiva già all'inizio il posto che l'individuo avrebbe occupato nella società. Il clero: c'è una distinzione fra clero regolare(gli ordini monastici dotati di una regola di vita) e secolare e diocesano.Il primo era costituito da ordini religiosi sovente caratterizzati da grande forza economica e culturale.L'altro clero comprendente i vertici delle gerarchie ecclesiastiche ,costituiva un' èlite ,dotata di cultura raffinata e notevole forza politica,cui aspettavano i più lucrosi benefici.Il basso clero reclutato per lo più tra la popolazione contadina e piccolo borghese,la preparazione culturale di questo clero scendeva a livelli spesso infimi nelle campagne. La chiesa:ruolo,poteri,immunità Il clero 700esco aveva una presenza vasta e capillare,deteneva il monopolio pressoché totale dell'istruzione e della pubblica assistenza,il parroco costituiva una figura fondamentale di riferimento.Il clero godeva di particolari immunità quella pe