Terrorismo: breve riassunto

Appunto inviato da
/5

definizione di terrorismo e la sua storia (1 pagine formato doc)

TERRORISMO: DEFINIZIONE - Terrorismo metodo di lotta politica che teorizza la validità in tempo di pace del ricorso alla violenza e ad atti intimidatori, come attentati, sabotaggi, uccisioni di singoli.

Il terrorismo ha avuto forte sviluppo nell'Ottocento a opera di gruppi nazionalisti, rivoluzionari e controrivoluzionari in diversi Paesi (Serbia, Russia ecc.). Nel Novecento sono da ricordare le radici profonde del terrorismo basco contro la Spagna, di quello irlandese contro l'Inghilterra, mentre, a partire dalla fine degli Anni Sessanta, un terrorismo ispirato all'estremismo ideologico di tipo marxista è andato dilagando nella Repubblica Federale di Germania, coagulato intorno al Gruppo Baader-Meinhof, e in Italia, dove le Brigate Rosse e i gruppi di Prima Linea, 22 ottobre, Nap ecc. hanno dato vita a ripetute azioni eversive sfociate nel rapimento e nell'uccisione del leader democristiano A.
Moro (1978).

Leggi anche Tema sul terrorismo islamico

TERRORISMO: BREVE RIASSUNTO - Negli anni Ottanta il terrorismo entrava in crisi, travolto dalla sua logica puramente omicida: in Italia molti dei militanti, 'pentiti', accettavano di collaborare con la giustizia, mentre altri si dissociavano denunciandone il fallimento storico. Contemporaneamente all'azione del terrorismo di sinistra si è andato diffondendo anche il terrorismo di destra di ispirazione neofascista o neonazista (Rosa dei venti, Ordine Nuovo, Ordine Nero, La Fenice ecc.), responsabile o indiziato di stragi quali quelle di Piazza Fontana a Milano (1969), di Piazza della Loggia a Brescia (1972), del treno Italicus (1974), della stazione di Bologna (1980).

Leggi anche Ricerca sul Terrorismo

TERRORISMO IN MEDIO ORIENTE - Attività di vasto terrorismo hanno toccato inoltre e riguardano il Medio Oriente e molti Paesi dell'America Latina e del Terzo Mondo, dove il terrorismo di movimenti rivoluzionari, nazionalisti o religiosi, si intreccia al ricorso alla violenza delle oligarchie conservatrici e all'azione di destabilizzazione internazionale di alcuni governi.