Principali lavorazioni con asportazione di truciolo

Appunto inviato da mikelep96
/5

Utensili da taglio, moti relativi tra utensile e pezzo, numero di giri, trapano sensitivo, punta elicoidale, la tornitura, i torni (5 pagine formato doc)

Principali lavorazioni con asportazione di truciolo
Vengono definite lavorazioni con asportazione di truciolo quelle operazioni in cui il materiale subisce cambi di forma dovuti a un utensile che “asporta” il materiale in eccesso.
Queste lavorazioni possono essere manuali o meccanizzate. Per quanto riguarda le lavorazioni manuali, l’operazione più comune è la limatura, per le meccanizzate invece sono: foratura, tornitura, fresatura, piallatura, brocciatura. La limatura trova utilizzazioni nel mondo industriale solo in pochi casi per operazioni di adattamento su pezzi a tiratura limitata. La lima dev’essere utilizzata dall’operatore imprimendo pressione verso l’oggetto con un avanzamento longitudinale, questa per mezzo di denti taglienti asporta piccole parti di materiale dalla superficie in lavorazione.


Esistono vari tipi di lime, che vengono classificate in base alla sezione (rettangolare, tonda, triangolare ecc.), in base alla lunghezza e al tipo di grossezza dei denti.
La foratura, la tornitura e la fresatura sono le lavorazioni principali per la realizzazione di macchinari e motori.
L’asportazione del materiale avviene con un utensile (punta elicoidale nella foratura, utensile da taglio nella tornitura e fresa nella fresatura), che per mezzo di due componenti meccaniche, moto di lavoro e moto di avanzamento effettua l’asportazione progressiva del materiale.


L’asportazione del truciolo dal pezzo in lavorazione avviene sfruttando una serie di moti combinati posseduti dell’utensile, dal pezzo o da entrambi: moto di lavoro o di taglio, moto di avanzamento, moto di appostamento.
Una prima distinzione tra le numerose macchine usate nell’industria si può fare in base al moto di lavoro che sfruttano, che può essere rotatorio o rettilineo.