Il motore immobile di Aristotele

Appunto inviato da lollob89
/5

Analisi del libro (1 pagine formato doc)

Questo libro, formato da dieci capitoli, contiene ampi ragionamenti riguardanti la metafisica ma soprattutto le teorie del divino, o Motore Immobile, secondo Aristotele.
Partendo col dire che la metafisica è ricerca delle cause e dei principi della sostanza, Aristotele fornisce una dettagliata descrizione della sostanza che, essendo essere fondamentale e principale, risulterà sempre principio primo e dipendente solo da se stesso. Vi sono tre generi di sostanze: la sostanza sensibile corruttibile (riguardante animali, piante ecc.), la sostanza sensibile incorruttibile (i cieli), e infine la sostanza soprasensibile, immobile, eterna. Le prime due sono di competenza della fisica, la terza della metafisica.
Aristotele inizierà a parlare della sostanza sensibile come essere soggetto al mutamento, mutamento che può essere di quattro tipi: secondo la sostanza (generazione e corruzione), secondo la qualità (alterazione), secondo la quantità (aumento e diminuzione), secondo il luogo (traslazione)...