Dieci piccoli indiani: riassunto, analisi e personaggi

Appunto inviato da ernestogianardi
/5

Scheda d'interpretazione del testo di Dieci piccoli indiani di Agatha Christie: riassunto, analisi e personaggi (8 pagine formato doc)

DIECI PICCOLI INDIANI: RIASSUNTO, ANALISI E PERSONAGGI

Autore: Agatha Christie
Titolo: Dieci piccoli indiani
Cenni biografici: Torquay 1890 - Wallingford 1976.
Non segue studi regolari ma viene educata privatamente.
La vigilia del Natale 1914 sposa Archibald Christie, giovane ufficiale d’artiglieria, che due giorni dopo parte per la guerra.
Durante questo periodo Agatha presta servizio come crocerossina nell’ospedale di Torquay; qui nasce la sua prima detective story “The Mysterious Affair at Styles” (“Poirot a Styles Court”) che sarà pubblicata nel 1920.
Nel 1918 Archibald ritorna in patria e un anno dopo nasce la loro figlia Rosalind.
Nel 1928 divorzia da Archibald e si risposa nel 1930 con Max Mallowan.
Nel 1933 scrive “Murder on the Orient Express” (“Assassinio sull’Orient-Express”).


Nel 1939 scrive “Ten Little Niggers”, letteralmente “Dieci piccoli Negri”, che nel 1977 viene cambiato in “Dieci piccoli Indiani”.
Nel 1956 riceve l’onorificenza di Commander of the Order of the British Empire.
Nel 1961 riceve la laurea honoris causa in lettere dall’università di Exeter.   
Nel 1971 viene nominata Dame dell’Impero Britannico.
Nel 1973 scrive il suo ultimo romanzo “Postern of Fate” (“Le porte di Damasco”).
Ha scritto più di 65 romanzi, numerosi racconti e ha partecipato alla prima del film “Assassinio sull’Orient Express” tratto dall’omonimo romanzo.
Il libro è stato scritto nel 1939 con il titolo originale “Ten Little Niggers”; appartiene al genere giallo e la vicenda è ambientata su un’isola misteriosa.

Dieci piccoli indiani: analisi del testo

DIECI PICCOLI INDIANI: RIASSUNTO

RIASSUNTO: Otto persone, estranee l’una all’altra, vengono invitate a trascorrere una breve vacanza in una splendida villa a Nigger Island, un’isola di cui non si conosce il proprietario.

Tutti, chi per curiosità chi per altri motivi, accettano l’invito; giunti all’isola trovano due domestici i quali a loro volta non conoscono il nome del proprietario perchè sono stati assunti per mezzo di lettere firmate con il nome di U.N.Owen.
Gli ospiti trovano inoltre nella sala da pranzo un centrotavola originale con sopra dieci statuine di porcellana che raffigurano dei negretti.
Dopo cena, una voce misteriosa, inumana e penetrante, proveniente da un disco posto sul grammofono azionato dal sig. Rogers (uno dei due domestici), sotto le istruzioni di U.N.Owen (il presunto proprietario dell’isola e U.N. sta per unknow cioè sconosciuto), li accusa di essere degli assassini e contesta a ciascuno, compresi i domestici, le loro colpe, le date, l’anno in cui erano state compiute, le modalità e a danno di chi.

DIECI PICCOLI INDIANI: RIASSUNTO PER CAPITOLI

Questo evento sconvolge tutti, per primi i Rogers (i maggiordomi) e fa nascere accese discussioni: ognuno si giustifica esponendo la propria versione dei fatti e dichiarandosi innocente. Poco dopo l’annuncio, Martson, bevendo dal suo bicchiere del whisky, cade a terra improvvisamente; il dottor Armstrong, visitandolo, ne constata la morte per asfissia da cianuro di potassio e nota che nella sala da pranzo vi è una statuina di meno.
Tutti pensano al suicidio ma il mattino seguente, Armstrong viene svegliato da Rogers, il maggiordomo, preoccupato perché la moglie (l’altra domestica) non si sveglia. Dopo colazione il dottore informa tutti che la signora Rogers è morta nel sonno per cause sconosciute e che è necessaria l’autopsia per avere maggiori chiarimenti. Il maggiordomo restante nota che sul tavolo vi sono soltanto otto statuine e, seppur addolorato per la perdita della moglie, continua il suo lavoro. Tutti sono preoccupati e temono che sull’isola vi sia qualcuno che desidera la loro morte per punirli delle colpe commesse.