Robinson Crusoe: riassunto breve per capitoli

Appunto inviato da coffee2711
/5

Riassunto per capitoli del romanzo "Robinson Crusoe" di Daniel Defoe (6 pagine formato doc)

ROBINSON CRUSOE: RIASSUNTO BREVE

Robinson Crusoe di Daniel Defoe. 1 - Robinson Kreutznaer, chiamato però da tutti Crusoe, era un ragazzo nato a York nel 1632 da una famiglia molto stimata di ceto medio.
Suo padre non faceva che ripetergli di abbandonare le sue folli idee di andar per mare e di rimanere lì, dove avrebbe sicuramente vissuto una vita tranquilla e agiata. Purtroppo certe volte c’è qualcos’altro che prevale sulla ragione e ti porta a fare azioni come quelle del nostro protagonista che all’età di 18 anni, una notte di nascosto si imbarcò sulla nave di un suo amico dopo una calorosa richiesta da parte di quest’ultimo.
Durante il viaggio però, vi furono due tempeste, la prima abbastanza debole, ma la violenza della seconda terrorizzò Robinson a tal punto da fare la promessa con Dio che non si sarebbe mai più imbarcato ma tornato dritto a casa se fosse sopravvissuto. La nave stava affondando ma grazie all’aiuto di un piccolo battello, si misero tutti in salvo non senza difficoltà.
Al ragazzo però non passò la voglia di imbarcarsi, anzi, non fa che incrementare. Però durante il successivo viaggio per mare la nave su cui era imbarcato fu presa dai pirati di Salé, località portuale dei musulmani.
 

Robinson Crusoe: riassunto in inglese

ROBINSON CRUSOE RIASSUNTO PER CAPITOLI

Lì, vi rimase per qualche anno sotto la custodia del capitano, invece il resto della ciurma fu portato al mercato degli schiavi.
Fortunatamente Robinson riesce a fuggire e ad arrivare in Brasile con il suo fedele alleato durante la fuga da Salé su una nave che in genere utilizzavano per andare a pescare. In Brasile in due però si lasciano e non si rincontrarono mai più. Robinson, trovata una sistemazione, intraprende un’attività nelle piantagioni di tabacco. Dopo diversi anni in cui la sua piantagione stava avendo ottimi frutti, si imbarcò con un gruppo di persone in cerca di schiavi per le piantagioni, appunto.
Ma anche quest’ultimo viaggio fu sfortunato perché la nave sorpresa da una tempesta violentissima perse la rotta e naufragò al largo del Venezuela. Egli scoprì in seguito di essere stato l’unico sopravvissuto alla tragedia naufragando su di un’ isola deserta, ricca però d’acqua e di animali selvatici, come capre, ma nessuno feroce.
 

Robinson Crusoe: analisi e commento

ROBINSON CRUSOE RIASSUNTO BREVE IN ITALIANO

Visse arrangiandosi con quel poco che riusciva a trovare in natura e da quel che era riuscita a recuperare dalla nave naufragata che si era arenata mezza distrutta vicino alla riva. Durante il soggiorno su quest'isola scrisse un diario in cui raccontava tutte le sue esperienze e avventure. In seguito scoprì la presenza di alcuni cannibali, li attaccò e riuscì a liberarne uno che rimase con se diventando suo schiavo, a cui darà il nome di Venerdì. A questi insegnò un po’ l’inglese grazie alla lettura della Bibbia.
Sull’isola restò per ben 28 anni, e dopo un’assenza di 35 anni, tornò in Inghilterra dove scoprì di essere diventato ricco grazie ai guadagni della sua piantagione in Brasile lasciata in precedenza a due fiduciari nell’eventualità che potesse succedere qualcosa alla sua persona come è infine accaduto veramente.
Donò gran parte dei suoi guadagni a tutte le persone che lo aiutarono negli anni in cui era ancora in attività e che gli rimasero fedeli anche quando lo credevano oramai morto.
 

Romanzo moderno: storia e caratteristiche