Il Vecchio E Il Mare

Appunto inviato da super1990ok
/5

Analisi completa del romanzo di Hemingway (3 pagine formato doc)

Daniel Canigiula Fabula e Intreccio: Il vecchio e il mare si può suddividere in 3 macro sequenze: Introduzione: nella prima parte è presentato il protagonista del libro, un vecchio pescatore e con lui è anche descritto un ragazzo che spesso usciva insieme a pescare.
In queste prime pagine si ha un vasto quadro del modo di vivere per queste persone che avevano nella pesca l'unica ragione di vita ed il solo mezzo di sostentamento. Sono raccontati i momenti passati del pescatore, le battute di pesca e le uscite in mare col ragazzo. Cattura del pesce: nella seconda sequenza il pescatore parte da solo per quella che sarà una grande impresa, la sua ultima battuta di pesca. Riesce a catturare un grosso Marlin che lo porta ad utilizzare tutte le sue forze, perché il grosso pesce catturato è attaccato alla lenza, ma rimane in vita molto tempo trascinando la barca al largo costringendo il pescatore a rimanere sveglio e attento per giorni.
Il ritorno: nella terza parte il vecchio stremato rientra al suo porto. Nel ritorno che dura qualche giorno il suo grosso Marlin diventa la preda d'altri pesci che se ne nutrono, per tanto, quando rientra, anche se sembra un vecchio eroe dopo una battaglia ha con sé poco più dello scheletro del pesce. Questo a lui non importa più di tanto perché sa di aver dimostrato che può essere un valido pescatore, anche se è molto vecchio e solo, chiede solo un meritato riposo. Spazio: La vicenda si svolge a Cuba; la descrizione del luogo non esprime sentimenti o sensazioni. È interessante invece il pensiero riferito al mare, in modo soggettivo, da parte dello scrittore ma dal punto di vista del pescatore: dice, infatti, che il pescatore vede il mare come qualcosa di femminile che può o meno concedere favori e può fare cose strane; è come se fosse sposato con il mare perché ha con esso un rapporto profondo, intimo e costante. Tempo: L'epoca in cui si svolge la vicenda è presumibilmente verso il 1950 contemporaneamente a, quando è stato scritto il libro, in quanto è spesso fatto riferimento al giocatore di baseball Joe Di Maggio che era in voga in quegli anni. È rispettato l'ordine cronologico del racconto, tranne qualche flashback nell'introduzione dove vi sono ricordi del ragazzo e del vecchio e delle loro uscite in mare. Il ritmo narrativo è lento, a volte monotono, quando sono descritti minuziosamente i movimenti del pescatore. Anche in momenti di tensione, come l'arrivo del pescecane, il racconto si movimenta di poco. La destrezza del vecchio in qualunque situazione si trova produce un senso di sicurezza, non fa trapelare ansia o terrore, quindi il ritmo mantiene un andamento costante. Personaggi Il protagonista è Santiago, un vecchio pescatore cubano. È magro, con rughe profonde e chiazze sulla pelle, dovute alla troppa esposizione al sole; sulle mani ha cicatrici causate dal trattenere grossi pesci con la lenza. Ha occhi scuri e allegri, è vedovo. È presentato direttamente da narratore. Il suo carattere è calmo; la sua gran co