Il visconte dimezzato

Appunto inviato da cussola88
/5

Trama, arco delle vicende narrate, analisi protagonista (3 pagine formato doc)

Untitled LA TRAMA Questo romanzo narra la storia del visconte Medardo di Terralba, un uomo molto giovane.
La guerra contro i turchi fu aspra e durante i combattimenti il visconte, a causa della sua poca esperienza in guerra, s'avvicinò frontalmente ai cannoni nemici e fu colpito da una cannonata in pieno petto e il pover'uomo saltò in aria. Fu portato in ospedale e i medici riuscirono a salvarlo, ma era diviso a metà e di lui restava solo la parte destra, quindi si pensò che l'altra sua metà fosse andata in polvere. Quando tornò al suo paese, in Ottobre, tutti furono sorpresi nel vedere, al posto del visconte intero, un uomo a metà. La sua balia, Sebastiana, cercò a lungo di parlargli ma lui non voleva vedere nessuno.
Il padre di Medardo aveva addestrato un uccello per andare a vedere cosa faceva il figlio, ma egli la uccise. Il giorno dopo, il vecchio morì per il dolore. Presto tutti si accorsero che il visconte era molto crudele e che tagliava in due parti simmetriche tutte le cose. La gente aveva paura di lui, temeva di fargli anche solo un piccolo torto perché sapeva che sarebbe stata impiccata. Un giorno Medardo vede Pamela e se ne innamora, taglia tutti i fiori dei campi per lei e persino gli animali. La ragazza però lo respinge e i suoi genitori fanno di tutto per convincerla del contrario. Un giorno, al paese giunse la metà buona del visconte, tutti all'inizio furono meravigliati ma contenti per i suoi atti di bontà, però presto si accorsero che entrambe le metà, buona e cattiva, erano egualmente insopportabili: la prima era troppo malvagia, l'altra troppo buona e sdolcinata. Il visconte cattivo cercò più volte di uccidere la sua parte buona e quando si accorse che anche l'altro voleva sposare Pamela della quale era innamorato, lo sfidò a duello. Dopo tanti colpi tirati a vuoto, tutti e due si colpirono caddero a terra in un lago di sangue, in fin di vita. Il dottor Trelawney allora li ricucì insieme ridando luogo ad un unico Medardo, un uomo né buono, né cattivo. Venne il giorno che il dottor Trelawney se ne andò, partendo per mare insieme al capitano Cook. Il tema significativo che emerge è che tutti ci sentiamo in qualche modo incompleti, tutti realizziamo una parte di noi stessi e non l'altra. L'ARCO DELLE VICENDE NARRATE La narrazione dura alcuni mesi, da quando il visconte combatte contro i turchi (“…c'era una guerra contro i turchi. Il visconte Medardo di Terralba, mio zio, cavalcava per la pianura di Boemia…”) a quando ritorna in patria diviso a metà. Il racconto termina con il matrimonio del visconte con Pamela, con il suo ritorno ad essere una sola persona e ad avere un solo corpo grazie al dottor Trelawney che l'aveva ricucito. Infine, nelle ultime righe del romanzo leggiamo della partenza del dottore in nave con il capitano Cook (…il dottore salutò tutti a Terralba e ci lasciò…”) e alcune riflessioni del nipote di Medardo, un giovane ragazzo che è il narratore delle vicende (&hell