"Il misantropo" di Menandro

Appunto inviato da alealeale93
/5

Analisi sintetica della celebre commedia greca (2 pagine formato doc)

Trama:

La commedia ha inizio quando entra in scena Pan, una divinità, che s'immagina di essere a File, in Attica, e descrive per sommi capi la vita e la situazione familiare di Cnemone (il misantropo); detto ciò, egli ci informa di aver fatto innamorare un giovane nobile, Sostrato, della figlia di Cnemone.

Il misantropo vive proprio con la figlia e una serva, Simiche, poiché la moglie l'ha abbandonato per andare a vivere con il primo figlio del marito, Gorgia.

Sostrato, accecato dall'amore per la figlia di Cnemone, chiede aiuto al suo amico Cherea e insieme decidono di mandare Pirria, il servo del giovane, a scoprire informazioni sulla ragazza.
Sfortunatamente, questo tentativo fallisce perché Cnemone si arrabbia e minaccia il povero servo, ma Sostrato con suo grande stupore riesce ad incontrare la figlia del misantropo e la aiuta a riempire un'anfora di acqua calda.
Questo incontro, però, viene visto da Davo, il servo di Gorgia, che va a riferire tutto al padrone, rendendolo alquanto sospettoso. Così Davo e Gorgia vanno incontro a Sostrato e, vedendo che il giovane nobile è disposto a rinunciare anche alla sua ricchezza per la ragazza, si scusano per aver pensato male e diventano subito buoni amici.

Perciò i due danno un suggerimento al giovane innamorato: gli dicono di zappare la terra cosicché Cnemone non pensi che egli sia il solito ricco sfaticato. Intanto la madre di Sostrato, Geta (il servo del padre di Sostrato) e il cuoco Sicone allestiscono un sacrificio in onore di Pan e, avendo la folla provocato un gran frastuono, si accende l'ira di Cnemone che, amareggiato, si rifiuta di prestare prima a Geta poi a Sicone il lebete di cui avevano bisogno per l'offerta. Dopo questo, entra in scena Sostrato che abbandona la terra poiché né Cnemone né sua figlia erano venuti quel giorno al campo e decide di invitare Gorgia e Davo al banchetto del sacrificio.