Scheda di lettura di "Eugenie Grandet" di Balzac

Appunto inviato da jushawk
/5

Eugenie Grandet: approfondita scheda di lettura del romanzo, con riassunto, personaggi, spazio, tempo, uso della lungua, ritmo, fabula-intreccio, commento e citazione (7 pagine formato doc)

EUGENIE GRANDET: SCHEDA LIBRO

Scheda di lettura.
Autore: Honoré de Balzac (1799-1850)
Titolo: Eugénie Grandet
Luogo e data di edizione:
- originale: Parigi, 1833
- italiana: Milano, 1950
Narratore: Il narratore è esterno,onnisciente, poichè conosce pensieri, sentimenti e tutte le principali caratteristiche di ogni personaggio.

Inoltre conosce gli avvenimenti anticipatamente ai personaggi e non influisce in alcun modo sullo svolgersi dei fatti.

Il romanzo è a focalizzazione zero; qualche volta, però, il narratore interviene con i suoi commenti.

Eugenie Grandet: trama e commento

EUGENIE GRANDET, TRAMA

Trama dell'opera: Il romanzo comincia con un'efficacie "presentazione" della cittadina di Saumur, dove Felix Grandet, ex bottaio, ha raggiunto con una serie di speculazioni, la ricchezza, e l'aumenta con un'atroce avarizia. Nella casa, spoglia, buia e triste, vive con una moglie debole e sottomessa, un'unica figlia, Eugénie, di luminosa bellezza e di animo nobile e una fedele serva, Nanon.
Due famiglie, i Cruchot e i De Grassins, si contendono la ricca ereditiera. Durante il suo compleanno, arriva Charles, il figlio di un fratello del vecchio Grandet che viveva a Parigi, suicidatosi in seguito ad un fallimento. Il ragazzo, pieno di abitudini lussuose e così diverso dagli uomini di provincia, fa subito innamorare Eugénie. Quando egli parte per le Indie per cercare fortuna, giurando di tornare ricco per sposarla, lei gli dona tutto il suo piccolo tesoro affidatole dal padre. Grandet, quando lo scopre, si arrabbia a tal punto con la figlia, che la chiude in casa, costringendola ad una vera e proprio prigionia, e la perdona solo quando la madre è in punto di morte, anche per ragioni di interesse. Muore poi anche lui stesso a causa di una paralisi, raccomandando alla figlia di tenere sempre di conto il denaro.
Charles ritorna, di nuovo ricco, ma ormai divenuto simile allo zio; non pensa più alla pallida ragazzina di provincia, di cui ignora la grande ricchezza e si lascia convincere ad un matrimonio d'interesse. Eugénie, sempre fedele al suo amore, paga i debiti del padre di Charles, poi acconsente a sposare uno dei suoi vecchi pretendenti di Saumur. Vedova a trentasei anni, finisce la sua vita nella solitudine, riversando in beneficenza quanto più può dei suoi tesori.

EUGENIE GRANDET, LIBRO DI BALZAC

Fabula-intreccio: La narrazione dei fatti segue più o meno l'ordine cronologico, a parte qualche rara analessi, come all'inizio del romanzo, quando si racconta la "carriera" di Grandet. Non ci sono prolessi.

Tempo della storia: Circa ventisette anni della vita di Eugénie Grandet, collocati fra la fine del '700 e l'inizio dell'800.

Tempo della narrazione: Balzac fornisce le date precise dell'inizio e della fine della storia (1806-1833) e, in generale, tutta la datazione è molto rigorosa. Sono presenti frequenti digressioni, che spostano la scena su un paesaggio o un personaggio secondario. Le ellissi e i sommari sono presenti soprattutto nella seconda parte del romanzo, quando la narrazione è più veloce e meno dettagliata. Dall'autore non vengono nominate particolari marche temporali a cui fare riferimento, a parte qualche allusione alla Rivoluzione Francese, a Napoleone e alla Restaurazione.