Il barone rampante: recensione del romanzo di Calvino

Appunto inviato da giacu97
/5

Recensione del romanzo di Italo Calvino, Il barone rampante: trama, personaggi, luoghi, tempo, tecnica narrativa e commento (3 pagine formato doc)

IL BARONE RAMPANTE: RECENSIONE

Il barone rampante di Italo Calvino: recensione
Titolo: Il barone rampante
Autore:Italo Calvino
Genere:Romanzo(fiabesco)
Anno e luogo di pubblicazione:1957 Torino
Casa editrice:Oscar Mondadori.

Il barone rampante: riassunto e analisi

IL BARONE RAMPANTE: TRAMA

Trama:Il protagonista,Cosimo,è il primogenito di una nobile famiglia e suo padre è il Barone d'ombrosa,un paese ligure inventato.Il giovane essendo di natura ribelle non accetta le regole imposte dai suoi: un giorno libera delle lumache che la sorella Battista avrebbe dovuto cucinare.

Il ragazzo viene messo in punizione e la sorella cucina i molluschi per dispetto;Cosimo si rifiuta di mangiarli mentre il fratellino si arrende.
A questo punto il nostro eroe decide di trasferirsi su di un elce e promette che non scenderà mai più. A primo impatto tutti pensano che si tratti di un capriccio momentaneo che si trasforma poi in una promessa reale. Il primo luogo che Cosimo visita è il giardino degli Ondariva dove conosce Viola,bambina della quale si innamora anche se non comprende ancora questo sentimento.Cosimo inizia la sua avventura tra i boschi esplorando nuove zone e conoscendo i ladri di frutta amici della sua amica.Una volta che i genitori di Viola scoprono il "legame" con Cosimo la spediscono immediatamente in collegio.Il ragazzo impara ad adattarsi alla vita sugli alberi costruendo capanne,canaletti per l'acqua,cacciando e successivamente adotta un cane(che apparteneva a Viola),il cui nome è Ottimo Massimo.Continua però ad avere contatti con il mondo e a causa della sua particolare situazione diviene popolare in città ed Europa.Conosce moltissima gente,malviventi compresi,tra i quali il famoso Gian dei Brughi diviene amico del protagonista.Il bandito conoscendo Cosimo viene preso da un forte amore per la lettura e il suo nuovo amico gliene presta volentieri.Il brigante viene poi sorpreso durante un furto e condannato alla pena capitale.Nonostante ciò Cosimo continua a mandargli libri e prendersi cura di lui.Nel bosco iniziano ad aumentare il numero di incendi e il ragazzo fonda un'associazione che si occupa della cura di questo problema.Cosimo continua la sua esplorazione,ma sente il bisogno dell'amore: si reca dunque in una città,dove dei nobili spagnoli in seguito ad un esilio, sono costretti a vivere sugli alberi.Qui il giovane si innamora di Ursula,la quale deve poi ritornare in Spagna poichè il re spagnolo perdona tali nobili.Dopo tale avvenimento continua ad avere altre donne e diviene anche Barone a causa della morte del padre e successivamente arriva la morte della madre.Un giorno il suo fedele cagnolino fugge e torna con un'amazzone a cavallo che era Viola,con la quale Cosimo passerà giornate felici fino a lasciarsi e a non vedersi mai più.Da allora Cosimo viene considerato un pazzo anche se continua a mantenere le sue abitudini:aiuta a vendemmiare,vede i soldati ed incontra persino Napoleone incuriosita dalla sua storia.Un giorno afferrò l'ancora di una mongolfiera e scomparse con quella.

IL BARONE RAMPANTE: PERSONAGGI

Personaggi: Cosimo Piovasco di Rondò,Viola,Biagio,Barone Arminio Piovasco di Rondò,Generalessa Corradina,Battista, Abate Fauchelafleu,Cavalier Avvocato Enea Silvio Carrega.

IL BARONE RAMPANTE: COMMENTO

Commento. Il libro mi è piaciuto moltissimo: lo trovo originale e ricco di sorprese.Trovo che Cosimo sia un anticonformista anarchico e questo suo carattere ribelle è molto interessante.Dimostra inoltre di essere una persona costante che mantiene ciò che dice,caratteristica comune a poche persone.Ammiro il carattere di Cosimo anche se in alcuni casi avrei attuato scelte diffrenti a quelle del protagonista.