Il barone rampante: recensione del romanzo di Calvino

Appunto inviato da giacu97
/5

recensione del libro Il barone rampante di Calvino (3 pagine formato doc)

Il barone rampante: recensione del romanzo di Calvino - Titolo:Il barone rampante
Genere:Romanzo(fiabesco)
Anno e luogo di pubblicazione:1957 Torino
Casa editrice:Oscar Mondadori
Trama:Il protagonista,Cosimo,è il primogenito di una nobile famiglia e suo padre è il Barone d'ombrosa,un paese ligure inventato.Il giovane essendo di natura ribelle non accetta le regole imposte dai suoi: un giorno libera delle lumache che la sorella Battista avrebbe dovuto cucinare.
Il ragazzo viene messo in punizione e la sorella cucina i molluschi per dispetto;Cosimo si rifiuta di mangiarli mentre il fratellino si arrende.
A questo punto il nostro eroe decide di trasferirsi su di un elce e promette che non scenderà mai più. 

Leggi anche Marcovaldo

A primo impatto tutti pensano che si tratti di un capriccio momentaneo che si trasforma poi in una promessa reale. Il primo luogo che Cosimo visita è il giardino degli Ondariva dove conosce Viola,bambina della quale si innamora anche se non comprende ancora questo sentimento.Cosimo inizia la sua avventura tra i boschi esplorando nuove zone e conoscendo i ladri di frutta amici della sua amica.Una volta che i genitori di Viola scoprono il "legame" con Cosimo la spediscono immediatamente in collegio.Il ragazzo impara ad adattarsi alla vita sugli alberi costruendo capanne,canaletti per l'acqua,cacciando e successivamente adotta un cane(che apparteneva a Viola),il cui nome è Ottimo Massimo.

Leggi anche Orlando furioso