Delitto e castigo: trama e analisi

Appunto inviato da remi
/5

Riassunto della trama e analisi di Delitto e castigo di Dostoevskij (1 pagine formato doc)

DELITTO E CASTIGO: TRAMA

Delitto e Castigo di Dostoevskij.

Analisi della narrativa di “Delitto e Castigo” di Dostoevskij. Riassunto breve della storia. Raskolinikov, un giovane bello e povero, si reca da una vecchia usuraia per impegnare un orologio. Uscito, entra in una bettola e incontra Marmeladov, che ha per figlia Sonja, costretta a prostituirsi per mantenere la famiglia. Il giorno dopo Raskolinikov riceve una lettera della madre che lo informa dell’imminente matrimonio della sorella e del loro prossimo arrivo.
Camminando per le vie della città, R. sente per caso una conversazione che lo mette al corrente del fatto che la vecchia usuraia si sarebbe trovata in casa da sola, allora progetta di ucciderla per derubarla. Mette in atto il suo piano, ma è costretto ad uccidere anche la sorella della vecchia, rientrata prima del previsto. Nasconde il malloppo in un cortile, ma tornato a casa si rende conto di non stare bene. Infatti si ammala, ma l’amico di università Razumichin gli sta vicino durante la malattia, ma non sapendo che essa è dovuta al rimorso, si mette a raccontargli il delitto avvenuto, e R. sta sempre peggio. Arrivano la madre e la sorella, e Raskolinikov dice a loro di non essere d’accordo sul matrimonio.
Il rimorso lo perseguita, e decide di recarsi alla polizia per incolparsi del delitto. Ma lungo la strada trova ferito Marmeladov, travolto da una carrozza. Lo porta a casa, dove incontra Sonja.

DELITTO E CASTIGO: TRAMA BREVE

La sorella di R. gli presenta il fidanzato, ma Raskolinikov riesce a smascherarlo davanti a tutti come un poco di buono. Poi va a trovare Sonja, e sta per confessarle il suo delitto, ma alla fine decide di non farlo. Ma la loro conversazione interrotta viene ascoltata da un vicino. Nel frattempo, un certo Nikolaj che la sera del delitto era in quella casa, si accusa del delitto.

DELITTO E CASTIGO: PERSONAGGI

L’ex fidanzato della sorella di R. vuole vendicarsi e riconquistare la sorella di R., e cerca di incastrare Sonja facendola passare per una ladra, tentando di insinuare che R. frequenta gente di quel tipo.
Raskolinikov torna da Sonja e le confessa di aver ucciso la vecchia; il vicino sente tutto e si prepara ad agire contro Raskolinikov.
Pochi giorni dopo la madre di Sonja, da tempo malata di tisi, muore, e in quella occasione il vicino di Sonja si avvicina a R. e gli dice che lui sa tutto.
L’investigatore a cui è stato assegnato il caso è convinto che sia stato R. ad uccidere, e lo spinge a costituirsi.
Il vicino va dalla sorella di R. e le racconta del delitto di suo fratello, ma se ne pente, e dati tutti i suoi soldi a Sonja, si uccide.
Raskolinikov decide di costituirsi e va in Siberia a scontare la pena, seguito da Sonja. Riceve delle lettere che gli comunicano il matrimonio tra sua sorella e l’amico Razumichin, e la morte della madre a causa della lontananza di Raskolinikov. Raskolinikov si ammala per il rimorso di tutte le sue azioni ignobili, e vorrebbe abbandonare tutto e morire, ma improvvisamente si rende conto di amare Sonja e si riprende.

Delitto e castigo di Dostoevskij: analisi e riflessioni

DELITTO E CASTIGO: TRAMA E ANALISI

Analisi per punti: L’ordine del racconto rispetta l’ordine logico e cronologico (FABULA)
Non ci sono flash-back ma si creano tensione e suspence nella parte in cui l’autore narra il delitto.
Il protagonista della vicenda è Raskolinikov, presentato come un giovane povero e confuso al punto di non rendersi conto dell’importanza di un delitto.
Intorno a Raskolinikov vi è una raggiera di personaggi secondari, che hanno il ruolo sia di antagonisti che di aiutanti.
Molto probabilmente la vicenda è ambientata a Mosca nella stessa epoca in cui visse l’autore, ovvero nel 1800. La durata è di circa 5 anni.
L’ambiente è descritto in modo abbastanza dettagliato.