"L'ombra del vento" di Carlos Ruiz Zafon

Appunto inviato da limo945
/5

Sintesi della trama del celebre best-seller e note biografiche dell'autore (4 pagine formato doc)

Sintesi del contenuto: il romanzo inizia con Daniel, un bambino di dieci anni, che viene portato dal padre in un edificio all'apparenza abbandonato, ma che nascondeva un'infinità di libri. Lui doveva sceglierne uno e lo avrebbe custodito per tutta la vita.
questo luogo era il Cimitero dei libri dimenticati. Non appena è tornato a casa ha iniziato a leggere il libro, un romanzo di Julian Carax. Era così preso dalla lettura che ha passato tutta la notte immerso nel libro, smettendo solo al mattino, dopo averlo finito. Un giorno dalla finestra incontrò un uomo sotto un lampione, che fumava una sigaretta che sprigionava un colore blu.
Daniel voleva sapere se l'autore era ancora in vita e se aveva scritto altri romanzi, perché era rimasto molto affascinato.

Allora suo padre lo porto da un uomo molto famoso a Barcellona, si chiamava Gustavo Barcelò. Gli porse il libro e mentre lui lo guardava, Daniel si mise a parla con sua nipote, Clara. Era cieca fin dalla nascita, ma riusciva bene a capire chi erano le persone toccando il loro visi. Daniel fu poi invitato a casa di Barcelò, e di qui iniziarono le prime delle tante visite che avrebbe fatto in quell'appartamento di Plaza Real. Subito il motivo principale era che Daniel aveva promesso a Clara di leggere il libro. Una volta finito cercò altri libri di svariato genere, ma non perché voleva far piacere a Clara, ma perché voleva starle vicino, in qualche modo si era segretamente innamorato. Ma dopo un po' ad interferire arrivo un'insegnante di musica, che ben presto fece in modo di far dimenticare Daniel a Clara.

Daniel aveva anche stretto una profonda amicizia con la governante, che orma lo considerava come un figlio. Un giorno andò a casa di Clara per riprendersi il libro, ma trovò lei e l'insegnante di musica a letto. Questo gli tirò un pugno e lo sbatte fuori di casa. Fuori dall'appartamento ricevette l'aiuto di un barbone, il suo futuro miglior amico, che disinfetto la ferita con un alcolico e gli raccontò la sua vita, era stato una spia. Daniel ormai quindicenne e molto triste per ciò che Clara aveva fatto, iniziò a dedicarsi meglio al lavoro che suo padre faceva, il libraio. Gli affari andavano bene, ma ci voleva un assistente, Daniel optò per il barbone che aveva incontrato, Fermin Romero de Torrens. Con il suo aiuto a lavoro, il tempo libero era molto e così poté occuparsi di ciò che aveva lasciato per un po' di tempo: gli incontri con il suo amico Tomas Aguillar e la ricerca di Julian Carax. Iniziò di nuovo ad avere contatti con Tomas, e soprattutto con sua sorella.