Piccolo mondo antico: recensione e analisi

Appunto inviato da yayaancona86
/5

Piccolo mondo antico: recensione ed analisi del libro di Fogazzaro (3 pagine formato doc)

PICCOLO MONDO ANTICO: RECENSIONE

TITOLO: Piccolo mondo antico
AUTORE: A.

Fogazzaro
EDITORE, EDIZIONE: Newton & Compton. Roma, 1995
AMBIENTI: La vicenda si svolge in Valsolda  e nei piccoli paesi nei dintorni, come Oria, Albogasio Superiore, Looch, Cressogno e Casarico; poi la storia prosegue a Torino e successivamente a Brescia.
TEMPI: La vicenda si svolge tra il 1852 e il 1859.

PICCOLO MONDO ANTICO: PERSONAGGI

PERSONAGGI PRINCIPALI: Franco Maironi, appartiene ad una famiglia nobile della Valsolda. E’ l’unico erede della sua famiglia, nato dall’unione del figlio della marchesa, morto a ventotto anni, con una nobile scomparsa dandolo alla luce.

E’ alto, magro, occhi chiari e capelli fulvi e irti che l’avevano fatto soprannominare “ el scovin d’i nivol” (lo scopanuvoli).
Egli mal si adatta ai doveri della sua classe, tanto che sposa di nascosto una ragazza   né nobile né tantomeno ricca.  Franco è un cattolico convinto e la   fede è tanto radicata nel suo animo da fargli superare più facilmente la morte della piccola Maria, sua figlia.
Malgrado le ristrettezze economiche, Franco trascorse molti anni dedicandosi alla poesia, alla musica e al giardinaggio ben lontano dal cercarsi un impiego serio  e di smettere di gravare sulle finanze dello zio Piero.
Altro motivo di rottura con la Marchesa sono le sue idee politiche: Franco è un liberale convinto mentre la nonna sostiene il governo austriaco.
Luisa Rigey è di famiglia borghese. Di questo personaggio non è data una descrizione fisica ben dettagliata: mora  e di bell’aspetto.Da parte sua, Luisa aveva una sua idea della religiosità che ben poco coincideva con quella del cattolicesimo, tuttavia aveva sempre praticato la religione cattolica, seppure controvoglia. A differenza del marito Luisa non ha saputo accettare la morte della figlia: ella si chiude in se stessa tanto da sfiorare la pazzia. Il romanzo si conclude con una nuova vita che nasce dal grembo di Luisa, quasi a rilegare i pezzi di un’esistenza che sembrava perduta. Un aspetto in comune col marito è l’ideale politico: entrambi sono liberali.

Piccolo mondo antico: recensione

PICCOLO MONDO ANTICO: PERSONAGGI ANALISI

Piero Ribera, uomo serio, poco dedito agli slanci d’affetto, buono e generoso. Si comporta con la piccola Ombretta come un nonno affettuoso.Malgrado servisse il governo austriaco era d’idee liberali. Muore seduto su una panchina tranquillo perché convinto di aver portato a termine il suo compito.  
Maria Maironi è chiamata Ombretta per il suo amore verso una filastrocca. Anche se compare
per poco tempo è un personaggio molto importante: l’unica ragione di vita di Luisa, l’unica gioia dello zio Piero e l’unica che sia riuscita a penetrare il cuore della Marchesa durante l’apparizione in sogno. La sua breve vita si conclude per la distrazione di una domestica; la bambina affoga all’età di soli tre anni.
La Marchesa Maironi si ritiene credente, tuttavia vede il credere in Dio come un lasciapassare per la vita futura. E’ una donna fredda, dura, vendicativa.

PICCOLO MONDO ANTICO: RIASSUNTO

TRAMA: Franco si unisce segretamente in matrimonio con Luisa Rigey aiutati dalla madre e  dallo zio di lei che li mantiene. Il romanzo ruota attorno al contrasto tra la natura contemplativa di Franco e quella attiva di Luisa. Dall’unione dei due nasce Maria. Ma la felicità della famigliola non dura a lungo: la Marchesa fa destituire lo zio Piero dal suo incarico perciò Franco è costretto a partire per lavorare. I diverbi tra i due coniugi aumentano. A Torino Franco lavora da redattore. Maria affoga e la madre si chiude in se stessa, perde ogni desiderio di vita. Franco invece trova aiuto nella fede.