"dieci piccoli indiani" di Agatha Christie

Appunto inviato da 8morgana7
/5

scheda di lettura completa: sintesi; analisi; personaggi principali; luoghi; tempo; figure retoriche; giudizio personale sull’opera... (5 pagine formato doc)

SCHEDA DI LETTURA TITOLO: Dieci piccoli indiani AUTORE: Agatha Christie nacque nel 1890 a Torquay in Inghilterra da padre americano e madre inglese.
Si occupò della sua educazione scolastica personalmente. Nel 1914 si sposò con il tenente dell'aviazione Archibald Christie dal cui rapporto nacque la figlia Rosalind. Debuttò nel 1916 con il suo primo romanzo “Poirot a Styles Court”. Si risposò nel 1930 con l'archeologo Max Mallowan. Nella sua carriera scrisse in tutto un centinaio di libri gialli, sei romanzi sentimentali, due volumi autobiografici ed una ventina di commedie. Morì nel gennaio del 1976 un mese dopo aver pubblicato l'ultima avventura di Poirot “Sipario”, in realtà scritto trenta anni prima.
EDIZIONE: Arnoldo Mondadori SINTESI: Dieci persone estranee l'una all'altra sono state invitate a soggiornare in una splendida villa a Nigger Island senza sapere il nome del generoso ospite. Eppure, chi per opportunità, chi per bisogno, chi per curiosità, hanno accettato l'invito. E ora sono lì su quell'isola che sorge dal mare simile a una gigantesca testa di negro che fa rabbrividire solo a vederla. Non hanno trovato padrone di casa ad aspettarli; hanno trovato invece una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto della loro camera. Per gli ospiti intrappolati è l'inizio di un interminabile incubo. La poesia è, infatti, il filo conduttore di tutta la serie di omicidi che avverranno all'interno della misteriosa villa. Col passare dei giorni in quel losco posto cominciano ad avvenire strani omicidi e, nel giro di una settimana, sull'isola non resteranno altro che i cadaveri dei dieci ospiti. La serie di morti comincerà con quella di Martson e a seguire quella della signora Rogers, Macarthur, Rogers, la signorina Brent, Wargrave. Dopo quest'ultimo Armstrong, Blore, Lombard e per concludere il suicidio di Vera Claythorne. Durante tutte queste morti gli ospiti si accusano a vicenda di essere assassini, ma la morte è toccata a tutti, compreso il vero assassino. Solo più tardi si scoprirà, in un documento scritto dall'assassino, il motivo di quella follia omicida, il piano architettato e il nome del “killer”: Lawrence Wargrave. ANALISI: Trama (Fabula/Intreccio): Lo sviluppo della narrazione è complesso perché la fabula non coincide neppure vagamente con l'intreccio. Narratore: il narratore è esterno alla vicenda, e scrive in terza persona. PERSONAGGI principali: Lawrence Wargrave: era un giudice di professione, da poco in pensione; doveva essere un tipo abbastanza ricco perché poteva permettersi di viaggiare in treno in uno scompartimento di prima classe riservato ai fumatori. “In un angolo dello scompartimento fumatori di prima classe, il signor Wargrave, giudice da poco in pensione, tirò una boccata di fumo dal sigaro e scorse con interesse le notizie politiche del -Times-.” (CFR. pag. 3) Ricevette l'invito per soggiornare sull'isola di Nigger Island da una sua vecchia conoscente, una certa Lady C