Uomini e no di Vittorini: analisi, trama e personaggi

Appunto inviato da triumvirato
/5

Uomini e no: analisi, trama, personaggi e commento personale del romanzo di Elio Vittorini (3 pagine formato doc)

UOMINI E NO, VITTORINI

Uomini e no di Elio Vittorini.

Descrizione: Autore: Nato a Siracusa il 23 Luglio del 1908, avendo il padre ferroviere, trascorse la maggior parte della sua infanzia in piccoli paesi della Sicilia. Fu scrittore ed intellettuale fortemente impegnato nella società del tempo sia sul piano culturale, che sul piano politico (già negli anni ’30 si scontrò con il fascismo). Nel 1945 fondò il Politecnico, periodico impegnato a dar vita ad una cultura che fosse capace di fondere tra loro cultura scientifica e cultura umanistica e che potesse essere strumento di trasformazione e di miglioramento della condizione dell’uomo.
Nel 1950 si staccò dal Partito Comunista, al quale aveva aderito fin dagli anni 30, in seguito ad un’accesa polemica con Togliatti. Ammalatosi gravemente nel 1965, muore il 12 Febbraio del 1966 a Milano.
Titolo: Uomini e no
Anno di pubblicazione: 1945, Bompiani editore, Milano.
Edizione:Mondadori, Oscar classici moderni.
Prezzo:6,20€.
Pagine:219.
Genere: storico-narrativo.
Schema della narrazione:...

Uomini e no di Vittorini: recensione

UOMINI E NO, VITTORINI: TRAMA

Riassunto: Il romanzo è ambientato nell’inverno del 1944 a Milano, città invasa e controllata dai tedeschi contro i quali lottano per la Resistenza numerosi partigiani.
Il protagonista, Enne 2, è uno di loro. Quest’ultimo entra in scena per la prima volta quando riconosce una sua amica, Berta, nei pressi di Porta Venezia. I due si conoscono da molto tempo e tra loro è nato un amore che si può dire impossibile poiché lei è già sposata e ha dovuto allontanarsi da Milano a causa della guerra. Si dirigono insieme verso la sua casa quando s’imbattono in un gruppo di soldati e dovendo così cambiare strada si rifugiano in casa di Selva, un’anziana signora che aiuta i partigiani offrendo loro rifugio. Partigiani che, avendo intenzione di uccidere i generali nemici, programmano minuziosamente le loro azioni affinché ogni cosa riesca perfettamente. La mentalità di queste persone era, infatti, quella di non arrendersi mai pur sapendo che avrebbero potuto morire. A suddetta mentalità è contrapposta quella nazista che mira a rappresaglie dirette perlopiù contro persone innocenti. Un episodio rilevante è la reazione di Cane Nero, gerarca nazista, che dopo un attacco al tribunale, dove si stavano decidendo delle fucilazioni, dà in pasto ai suoi cani un malato senza colpe. Nel frattempo Enne 2 e Berta si rivedono ancora due volte ma lei infrange il sogno d’amore del protagonista, dicendogli che la loro relazione sarebbe impossibile. Enne 2 entra così in una crisi esistenziale che lo porta a riflettere sulla guerra, sui suoi compagni caduti e sulla natura della malvagità umana. Egli viene localizzato dai nemici, ma si rifiuta di fuggire e aspetta il loro arrivo per affrontare e uccidere in un ultimo duello Cane Nero, compiendo così fino in fondo il suo compito. Dopo la sua morte le azioni partigiane continuano e la guerra volge al termine, così il suo sacrificio non è stato vano e il fine ultimo è stato raggiunto.

Uomini e no: recensione del romanzo di Vittorini

UOMINI E NO, VITTORINI: PERSONAGGI

Caratterizzazione e funzione dei personaggi: Enne2:PROTAGONISTA, giovane partigiano capo di un gruppo di antifascisti a Milano. Egli si impegna molto in ogni sua azione e conduce una vita molto intensa. Organizza numerose azioni militari alle quali prende parte personalmente. Come già si è potuto capire è innamorato di Berta ma, siccome lei ha un altro uomo e non riesce a creare un rapporto stabile con lei, il suo amore è irrealizzabile. Egli, sprofonda in una crisi esistenziale, che lo porta a riflettere sull’impossibilità di aiutare gli amici persi durante il periodo della Resistenza, rassegnandosi allo stesso destino. Decide quindi di non abbandonare il suo rifugio in corso Sempione, benché sia stato identificato, e di morire da eroe, nella sua stanza aspettando Cane Nero per ucciderlo.