Il mastino dei Baskerville: riassunto e commento

Appunto inviato da ab98
/5

Riassunto e commento del romanzo "Il mastino dei Baskerville" di Arthur Conan Doyle (2 pagine formato docx)

IL MASTINO DEI BASKERVILLE: RIASSUNTO

Scheda libro: Il mastino dei Baskerville di Arthur Conan Doyle
TITOLO:  Il mastino dei Baskerville
AUTORE: Arthur Conan Doyle
EDITORE: Oscar Mondadori
COLLANA : classici Mondadori
CAPITOLI: 15
GENERE: romanzo giallo
NARRATORE : interno (Watson)
TEMPO NARRATIVO: alcune settimane
TEMPO: imperfetto, passato remoto
LUOGO: Londra, Brughiera, villa Baskerville
PROTAGONISTA: il dottor Watson, mandato da Sherlock Holmes per indagare e Sherlock Holmes, grande investigatore di quel tempo
PERSONAGGI SECONDARI: Herny Baskerville, dott.

Mortimer, moglie e marito Stapleton , Barrymore, Lenden, Hugo Baskerville.

Il mastino dei Baskerville: personaggi, trama e commento

IL MASTINO DEI BASKERVILLE: RIASSUNTO DETTAGLIATO

TRAMA: Sherlock Holmes riceve una visita insolita, da uno strano dottore, che lo contatta a causa di una tragedia che è avvenuta ad un suo vecchio paziente.

L’anziano Charles Baskerville è stato ritrovato
morto nel giardino della sua villa in Brughiera. Secondo il dott. Mortimer  il responsabile della tragedia
è una creatura diabolica, la quale si aggirerebbe nella brughiera sotto forma di gigantesco cane nero. Sulla famiglia Baskerville si narra una maledizione/leggenda nata a causa del comportamento criminale di un antenato ( Hugo Baskerville). Esso avrebbe ucciso una ragazza solo perché non gli aveva concesso la “corte” , per questo fu punito da delle forze maligne che crearono questo grandissimo mastino (razza di cane) nero.  Da allora il mostro sembra perseguitare gli eredi maschi di Baskerville Hall. Holmes rimasto incuriosito dalla vicenda, dopo una prima riunione con il dottore, convocò lui e l’erede successivo il giorno seguente per il decidere sul da farsi. Sir Henry Baskerville, uomo intelligente e di buon animo, era l’erede di Baskerville Hall. Dopo la seconda riunione ed alcune indagini, Sherlock Holmes decise di mandare il dott. Watson in brughiera a fare delle indagini, intanto che lui rimaneva a Londra per affari più importanti. Arrivato in Brughiera conobbe subito Stapleton, un naturalista e la sorella Beryl.

IL MASTINO DEI BASKERVILLE: COMMENTO

L’uomo si mostra subito molto disponibile e amichevole informandolo su alcune particolarità della Brughiera. Una di queste è la palude Grimpen ricoperta di sabbie mobili.  Dopo molte indagini sui vicini e sul luogo (tra le quali infinite complicazioni), Watson scoprì in una capanna sperduta nella landa, con sua grande sorpresa ,che la brughiera era abitata da un personaggio sconosciuto. Con tutto il coraggio e l’astuzia in suo possesso Watson scoprì che il misterioso personaggio non era nessun altri che Sherlock Holmes che fino ad ora, a debita distanza, controllava tutte le mosse ed eventuali spostamenti di Sir Henry e Watson.