Il sentiero dei nidi di ragno: analisi

Appunto inviato da frakikka20
/5

Il sentiero dei nidi di ragno: analisi del testo, riassunto, analisi dei personaggi, tematiche, stile e commento personale del romanzo ambientato nell'Italia della Seconda guerra mondiale (5 pagine formato doc)

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO ANALISI

Analisi del testo.

Il sentiero dei nidi di ragno di Italo Calvino
1. Riassunto ragionato del testo con messa in evidenza di passaggi narrativi fondamentali;
2. Presentazione delle tematiche trattate dall’autore;
3. Analisi dei personaggi presi singolarmente ed in relazione con gli altri;
4.
Analisi di luoghi;
5. Valutazione sullo stile dell’autore;
6. Aspetti extratestuali;
7. Commento personale oggettivo e soggettivo.

Italo Calvino: biografia, opere e pensiero

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO SIGNIFICATO

1. Il libro “Il sentiero dei nidi di ragno” è ambientato nell’Italia della seconda guerra mondiale, dove un bambino, Pin, si trova a stretto contatto con lo strano mondo degli adulti dai quali cerca di farsi apprezzare.
Dopo una serie di sventure che lo portano anche in prigione, Pin viene condotto in un accampamento partigiano.
Anche qui Pin ha difficoltà nel farsi accettare e, cerca di attirare l’attenzione canzonando, a volte anche in modo pesante, i membri del distretto.
Come tutti i bambini anche Pin non sa darsi un limite e, esagerando con le prese in giro, scappa dal accampamento ritrovandosi nuovamente solo.
La vicenda termina quando uno dei partigiani, anche lui uomo solitario, incontra Pin e lo prende con se.

Il sentiero dei nidi di ragno: riassunto dettagliato

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO TEMATICHE

2. Nel libro “Il sentiero dei nidi di ragno” vi sono molte tematiche importanti, tra cui L’amicizia e la guerra viste e vissute da un bambino che sta crescendo.
L’amicizia è la tematica chiave sulla quale si dipanano tutte le vicende e le sventure che Pin affronta: infatti, è per la sua continua voglia di trovare un amico che Pin obbedisce agli uomini dell’osteria e finisce in prigione, o ancora, e per questa continua ricerca che Pin segue Lupo Rosso e si ritrova a vagabondare…
D'altronde l’uomo viene definito anche animale di società e come tale è difficile per lui trovarsi solo, senza qualcuno con cui parlare.
Tutti hanno bisogno di una amico, di una persona che si sa essere sempre presente, nei momenti belli come in quelli brutti… insomma una persona speciale, simile ma diversa, che sappia comprendere.
Purtroppo oggigiorno questo rapporto è difficile da trovare, non perché non esistano più persone disposte a creare un’amicizia, ma, perché spesso i troppi mezzi di comunicazione, la frenesia della vita e l’invidia altrui, portano le persone ad allontanarsi oppure ad avere rapporti superficiali.
In età giovanile poi, il rapporto dell’amicizia si può definire fondamentale. Ogni ragazzo ha bisogno di un amico, una persona della sua età che sappia con precisione cosa lui sta provando.
Per giunta questo libro è ambientato nella seconda guerra mondiale dove, Pin, oltre a dover crescere si trova a dover affrontare qualcosa troppo più grande di lui.

Il sentiero dei nidi di ragno: riassunto per capitoli

IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO MESSAGGIO

Tutti sanno che la guerra porta solo violenza e crudeltà, sangue e morte, e nel libro questa guerra viene descritta da un bambino.
Ciò permette di riflettere sul come i bambini si siano sentiti durante la guerra e sul come ci si sentano ancora: abbandonati.
Nei libri di storia non si descrive mai cosa veramente i bambini provino quando c’è la guerra.
Nel libro l’autore spiega bene che, nella maggior parte dei casi, i bambini, non sanno per cosa combattono, loro combattono perché glielo si ordina, oppure per imitazione degli adulti; quindi l’autore mette in evidenza un altro grave problema che colpisce il modo proprio in questi anni: la sfruttamento dei minori per i combattimenti e quindi i ragazzi-soldato.
Si sentono spesso in televisione o sui giornali organizzazioni umanitarie che combattono proprio questa crudeltà e anche nel libro la tutela minorile viene proclamata. Secondo me questo libro serve molto da questo punto di vista, poiché mette veramente in risalto ciò che i bambini dei paesi in guerra si trovano a dover vivere.