Il fu Mattia Pascal

Appunto inviato da misslucry91
/5

Riassunto del testo di Pirandello (10 pagine formato doc)

IL FU MATTIA PASCAL
 l
Capitolo 1.
Premessa.
Mattia Pascal inizia raccontando la sua storia dicendo che l'unica cosa di cui era sicuro era di chiamarsi Mattia Pascal. Per 2 anni fece come lavoro il guardiano di libri nella biblioteca che il monsignore volle lasciare morendo al suo paese. Proprio lui che aveva così poca stima dei libri, si stupisce del fatto che sia proprio lui adesso a scrivere un manoscritto, che però dovrà essere letto solo dopo la sua terza e ultima morte. Sì, perchè la prima volta è morto per errore e la seconda per...


Capitolo 2.
Premessa seconda (filosofica)
Don Eligio consiglia a Mattia Pascal di scrivere un manoscritto che racconti la sua avventura e che Mattia lo affiderà a lui non appena sarà terminato. A questo punto si tiene una conversazione filosofica tra i 2 personaggi.
Capitolo 3. La casa e la talpa
Mattia Pascal vive a Miragno, un paesino ligure dove il padre, morto quando Mattia aveva 4 anni e mezzo, lasciò in eredità alla moglie e ai suoi 2 figli una discreta fortuna. Batta Malagna è l'unico amico del Signor Pascal, a cui per questo la madre ha affidato l'amministrazione delle sue ricchezze dopo la morte del marito, cosa che ha naturalmente portato alla rovina della famiglia di Mattia. 


Per Mattia la figura della madre è stata particolarmente significativa. Ella è una donna molto gracile, ha una voce nasale e viene definita da Mattia stesso una "bambina cieca" che non si accorge di ciò che la Talpa (Batta Malagna) sta facendo alla loro famiglia. È sempre stata molto buona con i suoi 2 figli e non ha mai fatto mancare loro niente, neanche nei periodi nei quali, per colpa del marito, la famiglia era sommersa dai debiti. Mattia ha una vera e propria devozione nei riguardi di sua madre, il rapporto fra i due è di tenerezza e stima.