1984

Appunto inviato da glero
/5

analisi dettagliata del libro "1984" di Orwell con riassunto, temi, struttura, analisi personaggi e commento (8 pagine formato doc)

Orlandi Glenda Orlandi Glenda Classe V F Analisi RIASSUNTO Il protagonista della vicenda è Winston Smith, uomo di mezz'età di professione impiegato.
In Oceania, il suo Paese, tutto il potere è nelle mani di un unico partito, il Socing, che ha instaurato un regime totalitario e controlla tramite i media qualsiasi attività relativa agli esseri umani, se ancora così possono essere definiti: il potere esercitato dal partito infatti è tale che gestisce e influisce sul pensiero di tutti gli uomini, ormai divenuti macchine prive di libertà e di idee proprie. Mentre cerca di riscoprire il proprio passato per poter analizzare più chiaramente la sua attuale condizione, Winston conosce Julia, con la quale instaura una relazione.
Il rapporto tra i due amanti avviene segretamente, in quanto nel mondo del Socing l'atto sessuale è accettato a scopo esclusivamente riproduttivo, poiché l'amore è severamente proibito. Solo loro due sembrano rendersi conto di quanto stia accadendo, ed insieme decidono di ribellarsi aderendo ad un'associazione segreta, la Fratellanza, che da anni sembra lottare contro il partito. Tramite O' Brien, alto funzionario di Stato, credono di poter entrare in contatto con tale organizzazione, ma vengono ingannati. Entrambi sono condotti in prigione e dopo mesi di torture, vengono “trasformati”. Divengono normali cittadini che amano esclusivamente il Grande Fratello. Macchine come tutti gli altri esseri umani. STRUTTURA I fatti narrati seguono prevalentemente un ordine cronologico consequenziale. Qualche volta però Winston è protagonista di un breve flash-back che lo riconduce alla sua infanzia. Il narratore racconta ciò che dice e pensa il protagonista (si esprime quindi in terza persona), assumendone il punto di vista e il linguaggio senza dargli direttamente parola: di conseguenza fa uso di un discorso indiretto libero. Esso non è onnisciente, ma esterno alla vicenda poiché non partecipa attivamente al romanzo, pur assumendo indirettamente le sembianze di Winston. La focalizzazione è interna, visto che i fatti vengono osservati e giudicati dall'interno dell'ambiente rappresentato. Questo tipo di scelta narrativa si integra perfettamente con l' atmosfera del racconto. Infatti il lettore vive insieme a Winston tutti i fatti che determinano lo svolgimento della vicenda, suscitando suspense e stupore quando una situazione cambia improvvisamente. Inoltre il tipo di narratore presente introduce il lettore nel mondo di Winston, in quanto pur essendo egli l'ultimo vero uomo sulla terra (tant'è vero che in origine Orwell aveva scelto come titolo del romanzo “l'ultimo uomo in Europa”), il fatto che non parli in prima persona per mezzo di un monologo interiore fornisce un primo esame della situazione del protagonista: egli non è un uomo perfetto, è solo un uomo, circondato da macchine. Ma non per questo è forte, tant'è che alla fine del romanzo diviene come tutti gli altri burattini che prima tanto disprezzava. La presenza d