il piacere

Appunto inviato da uficachio
/5

Scheda dettagliata sull'opera di d'annunzio (4 pagine formato doc)

Breve recensione de "Il piacere" Il Piacere di Gabriele D'Annunzio RIASSUNTO DELL'OPERA Andrea Sperelli, un ricco conte, amante d'arte, giunge a Roma.
Egli sceglie questa città attratto dal fascino barocco di quest'ultima e si inserisce perfettamente e subitaneamente nella vita mondana degli aristocratici del luogo. Una sera a cena conosce Elena Muti, giovane e ricca vedova. I due presto si innamoreranno e vivranno un'intensa relazione che Elena inaspettatamente tronca senza addurre motivazioni se non la sua dipartita da Roma. Ferito nell'animo il conte reagisce dandosi a una vita frivola, permeata di fatui amori, alla costante ricerca di evocare sensazioni e emozioni provate con Elena. Egocentricamente sicuro della sua bellezza, della sua erudizione e delle sue abilità, Sperelli si butta in un duello mortale al fine di conquistare una nuova donna di cui si è invaghito.
Il capriccio gli costerà quasi la vita e durante la convalescenza si illude, probabilmente perché lontano dalla mondanità, di aver operato una conversione nel suo intimo. Durante la convalescenza soggiorna presso la residenza estiva della cugina ove fa la conoscenza di Maria Ferres, donna virtuosa della quale Andrea si innamora. Maria ama le qualità spirituali e morali di Andrea ma resiste strenuamente al desiderio in virtù dell'amore per la figlioletta e della dovuta lealtà nei confronti del marito. Il protagonista, guarito, fa ritorno a Roma dove riprende la sua vita corrotta e priva di fine pratico. Nel frattempo l'antica amante fa ritorno alla città eterna, accompagnata da un nuovo inglesissimo e ripugnante marito. Sperelli tenta di rievocare gli antichi ardori con quest'ultima che però in nome di una fittizia fedeltà lo respinge. Egli è però troppo ambizioso e emotivamente coinvolto per demordere e ordisce una trama mentale per poterla riconquistare. Nel frattempo giunge anche Maria a Roma e il nobile uomo decide di farle entrambe sue. Elena però non solo non cede ma intesse una relazione extraconiugale molto chiacchierata e ferisce Andrea. Maria da parte sua cade nel peccato, non con grande rimorso, in nome di qualcosa di più grande: l'amore. Il protagonista però non si sente appagato e continua confusamente a confondere nella sua mente i sentimenti che prova per l'una e per l'altra finchè in un momento di smarrimento non spezza definitivamente il tormentato cuore di Maria chiamandola Elena. I PERSONAGGI I personaggi presentati nel romanzo sono molteplici ma quasi tutti accomunati da evidentissime caratteristiche: bassi valori morali, ricchezza, nobiltà, altissima erudizione negli uomini e desolante stupidità e frivolezza nelle donne. In queste poche caratteristiche il Dannunzio vuole presentarci tutta la società del suo tempo. I personaggi principali però sono tre : il protagonista maschile e uno femminile, scisso in due figure che sono una l'antitesi dell'altra. Andrea Sperelli : Protagonista del romanzo, di nobili origini, piacente, arguto, Andrea Sperelli altri non è ch