Aghata Christie, Polvere negli occhi

Appunto inviato da c4m0m1ll4
/5

Recensione del libro e cenni sulla vita dell'autrice (3 pagine formato doc)

Ambiente: I fatti narrati si svolgono nell’ufficio della Consolidated Investements Trust e nel Villino dei Tassi.
Sono luoghi immaginari descritti ampliamente. Tempo: E’ un racconto contemporaneo allo scrittore, con tutti i dettagli dell’Inghilterra dell’epoca. Sintesi del racconto: La segretaria del Signor Fortescue, come sempre, alle 10 gli porta il tè. Ma questi dopo averlo bevuto, si sente male e muore. In tasca gli vengono ritrovati semi di segale. L’ispettore Neele, dopo aver indagato in ufficio e senza aver riscontrato notizie molto rilevanti, trasferisce le indagini a casa della vittima, il “Villino dei Tassi”. Questo nome l’inquieta molto poiché dall’autopsia si risale ad un avvelenamento da tassina, un veleno ricavato dalla pianta del tasso, che agisce con alcune ore.
Quindi l’attenzione si concentra sulla colazione di quella mattina dove si trovavano anche Adele, seconda moglie della vittima e molto più giovane, Jennifer, moglie del primo figlio Percival che era fuori per lavoro, e Elaine terza e ultima figlia della vittima...