"Una barca nel bosco" di Paola Mastrocola

Appunto inviato da aleromanista91
/5

Relazione del celebre romanzo dell'autrice Paola Mastrocola "Una barca nel bosco" con considerazioni personali sul libro (1 pagine formato doc)

Il libro “ Una barca nel bosco” è un romanzo di formazione incentrato sulla figura di Gaspare Torrente.
Il ragazzo, figlio di un pescatore, arriva a Torino insieme alla madre per frequentare il liceo, invogliato anche dalla professoressa di francese dell’isola in cui abitava che era riuscita a convincere i genitori a proseguire negli studi. Egli, che ama tradurre versioni di latino e leggere Verlain, approda in classe con molte delusioni e sorprese inaspettate. Eccolo che arriva in una dimensione diversa dal passaggio dalla sua piccola isola alla città di Torino. Da studente modello diventa giovane disadattato.
Per integrarsi ed essere accettato dal gruppo Gaspare deve incominciare a cambiare: impara a giocare alla Play station, a parlare con il linguaggio del branco e deve incominciare persino a smettere di prendere bei voti di latino perché non è di moda. Anche il titolo del libro è la metafora della situazione del protagonista cioè quella di un pesce fuor d’acqua. Arrivato all’università anche li viene deluso dalle aspettative ma finisce per laurearsi in giurisprudenza senza mai riuscire a diventare quello che voleva cioè un latinista. Ecco come la scrittrice abbia voluto anche esporre il problema della scuola che non riesce a far emergere ragazzi che hanno talento. La mia opinione sul libro è contrastante perché se la prima parte mi è sembrata divertente, coinvolgente e realistica, la seconda mi è sembrata surreale a tratti sbrigativa e malinconica inoltre nel libro sono presenti degli “ sbalzi temporali”che a tratti rendono il libro incomprensibile. Infatti la morte della madre e della zia di Gaspare avvengono inaspettatamente e talmente in fretta che