La collina dei conigli

Appunto inviato da glero
/5

analisi dettagliata del libro "la collina dei conigli", con riassunto, temi, analisi personaggi, struttura e commento. (6 pagine formato doc)

Orlandi Glenda Orlandi Glenda Classe IV F Analisi RIASSUNTO Alcuni giovani conigli guidati dal coraggioso Moscardo intraprendono un lungo viaggio, inconsapevoli del futuro che li attende, alla ricerca di un nuovo luogo da colonizzare.
Dopo aver affrontato mille peripezie, finalmente raggiungono il posto ideale. Ma si accorgono di un problema: nella loro compagnia non c'è nemmeno una femmina che possa mettere al mondo dei nuovi cuccioli in modo tale da garantire la sopravvivenza della conigliera stessa. Organizzano quindi una spedizione presso una conigliera non molto lontana, Efrafa, al fine di porre una risoluzione al problema. Ma l'impresa si rivela più ardua del previsto, a causa dell'inospitalità degli abitanti.
Riusciranno comunque nel loro intento e dopo tante fatiche i loro sforzi verranno premiati. Moscardo diverrà il re della conigliera e nasceranno dei nuovi cuccioli, simbolo di un futuro che si prospetta particolarmente radioso. STRUTTURA La struttura del romanzo è a cornice, poiché esiste un narratore di 1° grado A, esterno alla vicenda, che narra le peripezie dei giovani conigli, e un narratore di 2° grado B, interno alla vicenda poiché uno dei conigli che compie il viaggio descritto dal narratore A (Dente di Leone), il quale racconta ai propri compagni le avventure di El-ahrairà per intrattenerli e consentir loro di farne un esempio da considerare nella loro avventura. La focalizzazione generale del romanzo è dunque zero, nel caso del narratore A e del narratore B onnisciente solo rispetto ai racconti da lui esposti, e interna, nel caso del narratore B rispetto alla vicenda descritta dal narratore A, poiché è a conoscenza dei fatti esattamente al pari dei propri compagni. Una particolarità di tale romanzo è caratterizzata dalla presenza, a inizio capitolo, di una breve citazione tratta da libri di differenti autori, la cui funzione è introdurre al lettore il contenuto principale ed essenziale del paragrafo stesso, in modo tale da consentirgli di sintonizzarsi con il clima presente. Lo spazio,esterno e reale, svolge una funzione particolarmente importante. La conigliera di Primula Gialla ed Efrafa, per esempio, sono descritti come luoghi particolarmente ampi e chiusi, privi di luce. In questo caso tali caratteristiche assumono il significato di perdizione, smarrimento e oppressione, diventando posti pieni di segreti, angosce, paure ed inquietudini sebbene apparentemente solari. Il colle Watership, al contrario, è posto in una posizione sopraelevata, favorevole per poter guardare lontano in qualsiasi direzione: intorno c'è il deserto. Particolarmente suggestivo è il fatto che“ il cielo sia così vicino e il resto sia talmente distante” tale che la solitudine dà un senso di libertà ed euforia. Inoltre presso quest'ultimo il clima è favorevole, alquanto solare e caldo, privo di grandi piogge, mentre nel corso della fuga da Efrafa, allo scopo di suscitare tensione nel lettore, il narratore A specifica e sottolinea rigorosamen