Il fu Mattia Pascal: trama

Appunto inviato da revenga06
/5

Descrizione dell'autore, titolo, ambienti, tempo, personaggi, trama dettagliata e commento del romanzo di Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal (2 pagine formato docx)

IL FU MATTIA PASCAL TRAMA

Autore: Luigi Pirandello.

Titolo: Il fu Mattia Pascal. Ambienti (principali) : Miragno, Montecarlo, Roma. Tempo: inizio ‘900.
Il fu Mattia Pascal personaggi: Mattia Pascal/Adriano Meis: il protagonista  che abbandona la sua vita e cerca di averne una nuova chiamandosi Adriano Meis. Romilda: moglie di Mattia Pascal succube della madre. Suocera: motivo scatenante di varie liti tra Romilda e Mattia, peggior incubo del nostro protagonista.
Adriana: suscita l’amore che fa ricredere del tutto Mattia sull’autenticità della propria vita.

IL FU MATTIA PASCAL TRAMA BREVE

Mattia Pascal era un ragazzo che nel tentativo di far conoscere al suo migliore amico una ragazza di nome Romilda, se ne innamorò e la mise incinta. Con il tempo però il loro amore andò scemando e il rapporto con la suocera che non l’aveva mai visto di buon occhio rendeva sempre tutto più insopportabile. Inoltre, entrambi i figli avuti morirono a causa delle cattive condizioni di salute e questo indebolì ulteriormente il rapporto tra i due coniugi. Una volta, dopo una delle tante liti ma soprattutto a causa della morte della figlia e della madre, Mattia non ce la fece più, prese il treno e andò via a Montecarlo. Arrivato a destinazione conobbe il gioco d’azzardo e fece una grande fortuna.

Il fu Mattia Pascal: recensione

IL FU MATTIA PASCAL TRAMA DETTAGLIATA

Durante il viaggio sul treno, tornando a casa pensava a cosa avrebbero detto la suocera e la moglie vedendolo ricco ma desiderava tanto di non dover condividere la sua ricchezza con le due donne. Gli capitò tra le mani un giornale e vi lesse che al suo paese era morto un uomo annegato  e che sua moglie e sua suocera l’avevano riconosciuto come Mattia Pascal. Dapprima pensò che fosse una cosa assurda, poi decise di approfittare dell’occasione che aveva di non tornare più a casa. Continuò il suo viaggio e conobbe molti luoghi. Si creò una storia, un personaggio degli antenati e una vita che in realtà non aveva mai vissuto. Andò a vivere in una stanza a Roma in casa di brava gente che lo accolse con calore.

Il fu Mattia Pascal di Pirandello: trama e commento

IL FU MATTIA PASCAL TRAMA CAPITOLO PER CAPITOLO

Da quel momento seppellì quel che era stato, non era più Mattia Pascal. Tagliò la barba, inizialmente usò degli occhiali colorati e poi, in seguito decise di operarsi l’occhio che con il suo guardare altrove attirava l’attenzione e ricordava tanto ciò che era stato. Il suo nuovo nome era Adriano Meis e la sua vita sembrava all’oscuro da legami e preoccupazioni. Con il tempo però, conobbe l’amore che non poteva vivere a causa delle tante menzogne. S’innamorò della figlia del proprietario di casa, Adriana, una brava ragazza che non poteva amare senza matrimonio ma non poteva sposare essendo già sposato e sotto falsa identità. Inoltre subì anche un furto e si rese conto che non poteva denunciarlo poiché privo d’identità e di una vera vita, così finse il suicidio. Decise presto di tornare indietro e andò dal fratello che credendolo morto lo accolse con tanta gioia e stupore.