The Catcher in the Rye: analisi

Appunto inviato da arethel88
/5

The Catcher in the Rye: analisi delle sequenze, riassunto, analisi dei personaggi, i luoghi, le tecniche narrative e il tempo (4 pagine formato doc)

THE CATCHER IN THE RYE: ANALISI

Il giovane Holden è stato scritto da J.D.

Salinger nel 1951, il titolo originale è “The Catcher in the Rye” (JD Salinger) , considerato intraducibile. Al suo significato si fa riferimento di sfuggita in due punti del libro (capp.
XVI e XVII). È preso da una strofa della famosa canzone scozzese di Robert Burns , in cui si dice:
“Gin a body meet a body
Coming throgh the rye;
Gin a body kiss a body,
Need a body cry?”
Cioè, traducendolo letteralmente: “ Se una persona incontra una persona che viene attraverso la segale; se una persona bacia una persona, deve una persona piangere?”.

The catcher in the Rye: analisi, riassunto e personaggi

HOLDEN CAULFIELD: CARATTERE

Il protagonista del romanzo, il giovane Holden Caulfield, sente cantare questa vecchia canzone da un bambino per la strada; crede di ricordarsi quel primo verso ma se lo ricorda storpiato : “ If a body catch a body coming through the rye” ( “ Se una persona afferra una persona che viene attraverso la segale” ). L’immagine che questo verso storpiato gli chiama alla mente è quella di una frotta di bambini che giocano in un campo di segale, sull’orlo di un dirupo; quando uin bambino sta per cascare nel dirupo c’è qualcuno che lo acchiappa al volo: the catcher in the rye, che si potrebbe tradurre: l’acchiappatore nella segale.
Ma la traduzione non avrebbe reso pienamente il suo significato, così si è preferito mettere come titolo il nome del protagonista della vicenda.

Il giovane Holden: trama e personaggi

THE CATCHER IN THE RYE: RIASSUNTO PER CAPITOLI

Il libro è stato tradotto dall’inglese all’italiano da Adriana Motti.
Fu pubblicato per la prima volta nel 1951, e in Italia nel 1961 da Giulio Einaudi editore s.p.a.
L’edizione in mio possesso è la trentottesima stampata nel 2003 per conto della Casa editrice Einaudi presso Milanostampa s.p.a., Farigliano (Cuneo).

Il libro è suddiviso in ventisei capitoli. È un romanzo con una struttura particolare, infatti non rispetta la suddivisione nei cinque momenti fondamentali della narrazione, la storia viene narrata da un punto che sembrerebbe già a metà vicenda, per rimanere apparentemente inconclusa. Si tratta di una romanzo di formazione, non narrativo, in cui si osserva la personalità del personaggio che non riesce a svilupparsi perché oppresso dalle comuni convenzioni della società. Il romanzo si può dividere in sette macrosequenze:
1. trascorre l’ultima sera all’istituto Pencey (va a trovare il suo professore di storia, che gli è particolarmente affezionato, parla col suo compagno di stanza, Stradlater, e scopre che esce con una sua vecchia amica, per lei dopo avrà una rissa con Stradlater, perché credeva che egli non avesse avuto un atteggiamento abbastanza rispettoso nei suoi confronti; in segiuto parlerà con un ragazzo emarginato dai suoi compagni di scuola e poi durante la notte se ne andrà, senza salutare nessuno);
2. ritorna a New York (prende il treno per New York,con un taxi si dirige all’albergo Edmont, va alla Sala Lilla , il night club dell’albergo, conosce tre ragazze e balla con una di esse, non avendo sonno va in un altro night club: Ernie, là incontra una ex-fidanzata del fratello D.B., poi tornò a piedi in albergo, dove gli propongono di passare del tempo con una prostituta e con lei alla fine parlerà soltanto e subirà un truffa);